mappa

Le vacanze si stanno avvicinando ed è un’occasione per lasciarsi andare un po ‘. Quindi perché non trovare un festival tradizionale, un festival o un carnevale per scegliere la tua prossima destinazione di viaggio in Francia? Selezione delle feste più sfrenate dell’esagono.

1. Festeggiamenti di Bayonne (Pirenei Atlantici)

sciarpe rosso e i pantaloni bianchi sono obbligatori ogni anno, a fine luglio, nei vicoli e nelle piazze del vecchia Bayonne. La colpa di un gruppo di amici della sezione di rugby di Aviron Bayonnais che frequentò i festeggiamenti di Pamplona e propose di creare quelli di Bayonne, con lo stesso spirito, nel 1932. Da allora, il cocktail di feste Bayonne mescola gare di mucche, torneo di pelota, corso, corrida e soprattutto grande festa fino alla fine della notte per cinque giorni per la gioia di festayres.
Ogni anno le festività di Bayonne attirano quasi un milione e mezzo di persone (www.fetes.bayonne.fr).

2. Ferias of Arles (Bocche del Rodano)

Ogni anno, il Vacanze di pasqua segna l’apertura del stagione della corrida e attira quasi 50.000 aficionados che frequentano le corride nell’arena della città. Ma il abrivados – tori liberati dai gardiani – il bandas e soprattutto bodegas (bar improvvisati su cavalletti) attirano un pubblico molto più vasto nel centro della città. queste ferie sono anche un’opportunità per perpetuare la cultura e Tradizioni provenzali della città, soprattutto attraverso gli abiti della bellissima Arlésiennes.
Un altro momento clou del calendario dei festival locali di Arles, la Rice Rice si svolge ogni anno a settembre (www.arenes-arles.com).

Ferias d’Arles, Bocche del Rodano, Francia.

Ferias d'Arles, Bocche del Rodano, Francia.

3. Ferias of Nîmes (Gard)

Inseparabili dall’identità di Nîmes, il tauromachia ci vive con passione. Febbraio, Pentecoste e Settembre punteggiano l’anno al ritmo di Feria Ferias. Durante questi pochi giorni di follia, la corrida è per le strade. Oggi è anche un’opportunità per alla festa. il bodegas riversa un flusso di musica, dalla techno al flamenco. Sfilata dei viali bandas, orchestre stravaganti che, all’inizio, hanno mostrato il loro sostegno per il loro torero preferito, mentre cucinano paelle gigantesche, segno dell’influenza spagnola.

La feria di Whitsun è la più turistica, quella dei raccolti, a settembre, la preferita degli appassionati.

Ferias de Nimes, Gard, Francia.

Ferias de Nimes, Gard, Francia.

4. Giostre di Sète (Hérault)

L’evento dell’anno, per i Sétois, è senza dubbio il festa di St. Louisalla fine di agosto. Per sei giorni, fanfare, spettacoli di strada, bodegas e giostra dell’acqua investire strade e canali. Il lunedì seguente viene semplicemente dichiarato festivo! Ogni estate, dal 1666, questi baldoria trasforma il Royal Framework in un campo di un appassionato torneo il cui vincitore vedrà celebrare la sua memoria a lungo. In piedi sulla tintaine (proiezione a prua) di una barca azionata da 10 rematori, i giullari, protetti da un baluardo e armati di uno schizzo (lancia di legno lunga 2,8 m), si scontrano contro i suoi oboi e la sua batteria.
Le gradinate sono installate lungo le banchine per osservare i combattimenti e le serate durano fino a notte fonda.

Giostre di Sète, Hérault, Francia.

Giostre di Sète, Hérault, Francia.

5. Gay Pride (Parigi)

Per più di trenta anni, ilorgoglio marcia »Il parigino ha vinto prodigalità, con molti strass, paillettes, piume, cuoio, carri armati e grandi apparecchiature audio, ma non ha perso di vista il suo scopo principale: rivendicare i diritti di omosessuali, bisessuali e transessuali. Travestiti o naturali, sia gay che etero, gridiamo, cantiamo, balliamo e soprattutto ci divertiamo in una confusione gioiosa. Per coloro che desiderano “reclamare” o semplicemente ballare fino al mattino presto, il festa continua in vari club e bar di Parigi.
Il Gay Pride di solito si svolge l’ultimo sabato di giugno, da Montparnasse alla Bastiglia (www.gaypride.fr).

Gay Pride, Parigi, Francia.

Gay Pride, Parigi, Francia.

6. Carnevale di Dunkerque (Nord)

Se sei agorafobico, che trovi volgare cantare “Ha grandi tototi, mia zia Charlotte”, che non puoi reggere le mani sui glutei e sui baci pieni di rossetto (il famoso zôt’ches) da estranei ubriachi, non sono sicuro che apprezzerai carnevale di Dunkerque. Vai quindi come un osservatore divertito e stai lontano dalle “bande” che sfilano per la città per rifornire di carburante la “cappella” nella “cappella”, i ballerini “rigodon” e il lancio di aringhe e aragoste sul luogo dell’hotel-de-ville.

Da fine gennaio a metà marzo, trenta palline segnano il carnevale. I più noti si svolgono al Kursaal di Dunkerque (www.dunkerquekursaal.com).

Carnevale di Dunkerque, Nord, Francia.

Carnevale di Dunkerque, Nord, Francia.

7. Fest-noz in Bretagna

Musica tradizionale, in Brittany, è inseparabile dalla danza. Ogni “paese” che ha la sua danza, la regione non ha avuto meno di 400! Costituiscono la pietra angolare di fest-noz (“Festival notturni”), tipi di palle popolari che punteggiano l’estate e che, insieme al rinnovo del Cultura bretone e celticismo, stanno vivendo una vera mania, sia tra britannici che turisti. Tradizionalmente, queste palle punteggiavano il lavoro agricolo, segnando la fine di un importante compito collettivo o celebrando matrimoni e feste pagane o religiose.
Per scoprire la musica celtica e assistere o prendere parte al gigantesco festoù-noz, vai al Festival interceltique di Lorient che, durante 10 giorni, all’inizio di agosto, riunisce centinaia di migliaia di persone.

Fest-noz in Bretagna, Francia.

Fest-noz in Bretagna, Francia.

8. Fiesta des Suds, Marsiglia (Bocche del Rodano)

Ogni anno dal 1992, il Festa del sud propone fuochi d’artificio musicali, con molta musica mondiale, negli ex magazzini portuali rinominati Bacini del sud a Marsiglia. In questo labirinto di sale con grandi volumi e atmosfera postindustriale, artisti internazionali e locali si esibiscono. ma la festasono anche mostre, spettacoli e grandi banchi dove troviamo colleghi vecchi e nuovi. Questa movida Marsiglia si svolge ogni anno alla fine di ottobre, per due settimane.
Programmazione per scoprire su www.dock-des-suds.org

9. Lemon Festival, Mentone (Alpi marittime)

Ogni anno, a febbraio, si tiene il Festa del limoneche è diventato il segno distintivo di mento. Nel 1929, la città è ancora il più grande produttore di limoni nel continente. Un albergatore ha quindi l’idea di organizzare una mostra di fiori e agrumi nei giardini dell’hotel Riviera. Il successo è all’appuntamento e, l’anno successivo, la festa scende per strada con carri allegorici decorati con arance e limoni. Ancora oggi, i visitatori, tra due battaglie di fiori, possono ammirare le notevoli mostre di giganteschi motivi di agrumi nel Giardini Biovès.
Di sera, i giochi di luce creano magia. Maggiori informazioni su www.feteducitron.com

Festa del limone, Mentone, Alpi Marittime, Francia.

Festa del limone, Mentone, Alpi Marittime, Francia.

10. Bearn Carnival, Pau (Béarn, Pyrénées-Atlantiques)

Aggiornato negli anni ’80, il carnevale Bearnais agisce nel vero défouloir collettivo: cantiamo, balliamo, mangiamo, beviamo e sfiliamo per le strade di Pau, con un uso predominante della lingua béarn. Come tutti i carnevali dei Pirenei, è ispirato riti ancestrali pagani e messo in scena divinità e semidei, giganti e grandi teste del pantheon dei Pirenei. Troviamo l’orso, gli uomini selvaggi, le donne bianche, ma anche la Quaresima, un segno del cristianesimo … Pau, il personaggio chiave è Sua Maestà Sent Pançardche incarna tutti i mali della società. Capro espiatorio perfetto, viene processato e bruciato alla fine del carnevale.
Per saperne di più: www.carnavalbiarnes.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *