mappa

Nel mezzo del frastuono e del trambusto della stazione di Saint-Charles a Marsiglia, c’è un treno magico di un altro secolo, il TER Marsiglia-Miramas attraverso la Côte Bleue. Ti porta lungo la costa nord-occidentale di Marsiglia e si ferma nei borghi più belli di questa ripida costa che deve il suo nome alle profonde sfumature del blu del Mediterraneo.
Dagli affascinanti porti di pescatori alle spiagge ben nascoste, attraverso i tipici vicoli dei villaggi provenzali nella macchia e vegetazione calcarea, la linea Saint-Charles-Miramas si affaccia su una magnifica costa e offre una vista incomparabile sulla baia di Marsiglia. alle insenature del sud della città. Scoperta di una costa sconosciuta e sorprendente che vale la deviazione ferroviaria!

L’Estaque, il suo porto peschereccio e il porto turistico

Una volta a bordo del treno Côte Bleue, trasportato dalla linea ferroviaria più costosa di Francia per la sua posizione e le numerose gallerie che attraversa, e una volta superata l’area portuale industriale, scopri il Estaque. Il suo mercato del pesce, i piccoli bar e i ristoranti sul lungomare, il porto turistico, il porto peschereccio e la piccola spiaggia a nord del villaggio ci deliziano. L’Estaque ti disorienterà restituendoti immagini familiari: quelle dei dipinti di Cézanne, Renoir, Braque o Dufy e, più recentemente, quelle dei film di Robert Guédiguian. L’Estaque continua a essere fonte di ispirazione …

L’Estaque

L'Estaque

Niolon, tra spiaggia e baia

Seconda tappa e prima baia, Niolon offre una bella concentrazione di attrazioni: piccolo porto di pesca, spiaggia, baia e paradiso per i subacquei. Per non parlare di un bunker della seconda guerra mondiale e di un forte militare risalente al 1860 che delizierà gli amanti dei resti della guerra e le vedute mozzafiato della capitale della Focide.

Calanque di Niolon

Calanque di Niolon

Ensuès-la-Redonne e la sua guarnigione

Ammira il lato “accogliente” del villaggio di Ensuès-la-Redonne, costruito al riparo delle colline. Scendi per le sue stradine alla scoperta della sua insenatura e della sua spiaggia. Se ti piace camminare, prendi il sentiero della dogana lungo il mare, il percorso è segnato e si estende per 5 km o affonda nella macchia sulle colline protette dal Conservatoire du Littoral (tranne in luglio e agosto a causa del rischio di incendio).

Carry-le-Rouët e Sausset-les-Pins, paradiso della spiaggia

Gli amanti delle belle spiagge, sia di sabbia che di ghiaia, si fermano in questi due villaggi. Se hai tempo, percorri a piedi i 5 km che separano queste piccole località balneari, lungo il percorso della dogana. A Carry-le-Rouët, non perdete il mercato dei prodotti regionali il martedì e il venerdì mattina, per non parlare del casinò! Il giro può anche essere una scarica di adrenalina attorno ai tavoli del Black Jack di questo piccolo casinò sulla costa. A Sausset-les-Pins, riprenditi dalle tue emozioni restaurandoti nell’affascinante porticciolo dove marinai, pescatori e subacquei si incontrano.

Carry-le-Rouet

Carry-le-Rouet

Sausset-les-Pins

Sausset-les-Pins

Carro, ideale per attività familiari

La posizione delle spiagge di Carro e La Couronne, in particolare quella della spiaggia di Arnettes, dove i venti del sud-ovest e dell’est soffiano forte, offre un luogo ideale per i surfisti. Il fascino di Carro, il suo mercato del pesce quotidiano, le sue numerose attività da fare con la famiglia possono darti il ​​desiderio di lunghe vacanze. E, ciliegina sulla torta: potresti anche ritrovarti ad apparire nella serie “Camping Paradise”, tour a Carro da settembre ad aprile!

Martigues, Miramas e il laghetto di Berre

Il treno continua questa volta nell’entroterra, lungo lo stagno di Berre. Tra terra, mare e stagno, anche le città di Martigues e Miramas meritano alcune belle soste. A Martigues, soprannominata la Venezia della Provenza, una passeggiata lungo i canali è essenziale: le famose piccole barche da pesca tipiche della regione, sostituiscono le gondole e i pescatori, le gondoliere! Visita in particolare il distretto dell’isola, seguirai lì affascinanti case di pescatori.
A Miramas, alla fine della linea ferroviaria della Côte Bleue, ti aspetta un vero tesoro. Ma sii ben calato e pronto per una buona passeggiata di 5 km lungo un sentiero di freccia che copre una vecchia ferrovia, attraverso campi e pinete. Obiettivo: Miramas-le-Vieux, l’antico villaggio di Miramas, arroccato su una collina, circondato da uliveti. Il posto, con vista sul laghetto di Berre, è magnifico. Un villaggio senza automobili, tipicamente provenzale, caratterizzato dalla sua immutabilità nel tempo. Attenzione, non c’è commercio a Miramas-le-Vieux, tranne due o tre ristoranti noti per i loro gelati e frittelle che ti accoglieranno con la massima gentilezza.

Miramas-le-Vieux

Miramas-le-Vieux

Miramas-le-Vieux

Miramas-le-Vieux

Miramas-le-Vieux

Miramas-le-Vieux

Informazioni pratiche: orario dei treni della Côte Bleue
Tariffa sola andata Marsiglia-Miramas: € 10,40

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *