mappa

Come si diventa blogger di viaggio? Qual è il segreto per guadagnarsi da vivere con il tuo blog? Si può viaggiare gratis grazie a lui? Se crediamo nei motori di ricerca, senza dubbio: queste domande sono ricorrenti e alimentano molte fantasie.
A tutti voi, i curiosi che sono arrivati ​​qui pensando di rivoluzionare la vostra vita, state attenti, vi vediamo arrivare. Ma non così in fretta … Guadagnare da vivere viaggiando per il mondo e vivere sul tuo blog di viaggio è una realtà rara. Il gioco valeva la candela e la curiosità che abbiamo prurito, abbiamo scelto tuttavia di essere interessati all’argomento. E per questo, niente di meglio che mettere in discussione un interessato! Abbiamo posto le domande che ti bruciano le labbra a Bruno Maltor, uno dei pochi blogger di viaggi francesi che oggi vive dal suo sito Your World Tour.
Segui il suo blog e i suoi social network danno ai tornei. Un giorno a New York, il giorno successivo in Nuova Caledonia, pochi giorni dopo a Praga. Ma dicci Bruno, come è possibile? Poiché la gente gli pone costantemente la domanda, ha deciso di rispondere nel modo migliore: scrivendo un post sul blog. Il suo articolo intitolato “Il giorno in cui sono diventato un nomade digitale” è oggi quello che ha ricevuto i commenti più positivi con oltre 3.000 Mi piace e 100.000 visualizzazioni. Gli ultimi dubbi che ci sono rimasti sull’interesse di questo argomento sono volati via. Guadagnare da vivere viaggiando intrigante, suscita brama quasi tanto quanto l’interesse e solleva una sola domanda tra gli appassionati di viaggio: perché non io?
Per provare a rispondere, Bruno Maltor, che vince oggi grazie al suo blog come se avesse firmato il CDI che un tempo fa aveva rifiutato in una grande azienda audiovisiva, rivela i suoi segreti e le sue scelte attraverso i 6 errori che ti consiglia di evitare.

1 ° errore: “Avvia un blog per guadagnare soldi, sarà necessariamente una sensazione! “

“È inutile creare un blog se si vuole creare una piattaforma di editori. »In questo modo una critica ha a malapena mascherato troppi siti che mettono in risalto ostentatamente marchi, indirizzi, … Per Bruno, un blog dovrebbe riflettere la personalità dell’autore, essere la vetrina dei suoi buoni piani, non quello di pubblicità.
Link di vendita (inserisci un link a un sito web per migliorare il suo SEO in cambio di monetizzazione) ? “Non lo faccio. Già perché agli occhi di Google è proibito ma soprattutto perché è nascosto. “
membri (l’inserzionista ricompensa l’affiliato quando porta i clienti a lui) ? Sì, ma se ci crede! Se non ha una cotta, Bruno si astiene: “Non griglia per pochi euro, si vede quando un blogger inizia a parlare di qualsiasi cosa. Nessuna brutta tentazione, quindi. “Se faccio l’affiliazione, è perché ho già programmato di parlare di un prodotto, di un hotel, … perché lo trovo davvero interessante. Se offrono un’affiliazione, tanto meglio. Ad ogni modo, per l’utente non cambia nulla, non paga di più! “

Secondo errore: “Paga un corso di formazione per imparare a diventare un blogger. Ci sono migliaia di tutorial sul web da addestrare. “

Essere un blogger richiede molteplici competenze tecniche e pratiche. Le organizzazioni di formazione hanno sentito arrivare il vento e i corsi sono fiorenti per farti diventare il nuovo trend blogger. Ma è davvero utile pagare una somma (spesso sostanziosa) per iniziare? Per Bruno, la risposta è categorica: “No! “È sul web che ha imparato tutto”, possiamo trovare tutto! Tanto da mettere i suoi soldi altrove. In un biglietto aereo per esempio?

3 ° errore: “Iniziare senza avere una buona base: un blog che è già noto. “

“Ho iniziato a ricevere circa 30.000 visitatori unici al mese e poco meno di 10.000 fan di Facebook. Entrare nella monetizzazione senza avere solide basi è prematuro. È più che preferibile iniziare costruendo una vera comunità, trovare il tuo ritmo, il tuo stile, … in una parola per professionalizzare, prima che tu possa guadagnarti da vivere grazie al suo blog.

4 ° errore: “Non essere appassionato. Tanto dal tema quanto dal web. “

Le ore e le ore davanti al suo schermo per scrivere, modificare video, fare ricerche, lavorare sul suo SEO … è da tanto tempo che Bruno non conta più! Perché per distinguerti, devi lavorare. Difficile investire così tanto quando non sei appassionato.
Soprattutto come arrotondamento delle finanze, gli ordini possono essere aggiunti al lavoro sul blog. Bruno realizza video per aziende o privati. Il tuo blog sta lentamente diventando il tuo CV, non dimenticarlo …

5 ° errore: “Pensare che i viaggi di stampa, e viaggiare semplicemente, è una vacanza. Lavoriamo prima, durante e dopo. “

A pagamento o non pagato, i viaggi stampa consentono ai blogger di viaggiare. Ma fai di nuovo attenzione a non cadere nella trappola. È essenziale sapere come preservare la propria indipendenza: “Non esito a dire che è nulla. Se non piace a coloro che mi hanno invitato, peccato, non mi reinventeranno e basta! Ad esempio, sono andato una volta in un paese nel sud-est asiatico che ho visitato per dieci giorni. Le condizioni per preservare gli elefanti in un parco che avrebbe dovuto incontrarli erano disastrose. Ne ho parlato sul mio blog; in male ovviamente! »Saper dire di no, fare un passo indietro, non entrare nella pubblicità facile … tante cose da ricordare prima di cedere alla tentazione.

6 ° errore: “Dì a te stesso che è un’opportunità”

Se a volte il caso e le riunioni possono dare una spinta, non c’è bisogno di aspettare la “fortuna”. Dipende da te! “Non è stata una possibilità che ho avuto, ho colto l’occasione, ho lavorato sodo, non mi sono fermato! E no, non ho vinto alla lotteria “, ride Bruno, sperando che il messaggio venga ascoltato.
Perché il segreto è lì. Per guadagnarsi da vivere viaggiando, oltre al talento, il lavoro è la chiave. Quindi sai cosa devi fare!

Sans_titre-1.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *