mappa

San Pietroburgo è una città che impone, sia per le dimensioni dei suoi viali, che per i suoi edifici, i suoi fiumi e canali. Scopri le molte sfaccettature della città coltivando te stesso all’Ermitage, al Museo Russo, alla Fortezza di Pietro e nella chiesa in cui fu assassinato lo Zar Alessandro II, servendoti al Café Mayak, un residuo dell’era sovietica. passeggiando lungo il lago Ozerki o nei grandiosi giardini estivi di Peterhof.
 

Un bagno d’arte all’Hermitage

L’Eremo e San Pietroburgo sono inseparabili. L’imponente museo comprende oltre tre milioni di opere, di cui si può vedere solo una piccola parte, costituite da 60.000 opere in oltre 350 pezzi dei vari edifici del museo. I numeri parlano da soli: una visita all’Ermitage viene preparata se non vuoi perderti e trascorrere l’intero soggiorno in Russia nel più grande museo del mondo. La collezione del museo, iniziata da Caterina la Grande nel 1764, copre Arte occidentale dalla preistoria al 20 ° secolo e offre attraverso tutte le sue opere esposte una buona comprensione di quest’ultima. La collezione di dipinti, la più grande al mondo con 16.000 pezzi, è particolarmente impressionante: maestri olandesi (Rubens, Rembrandt …) e il francese Pablo Picasso attraverso Leonardo da Vinci, Matisse e Gauguin, osserviamo a fondo … Se non vuoi trascorrere mesi lì, seleziona il tipo di arte che ti piace di più per preparare la tua visita. Inoltre, acquista i tuoi biglietti online in anticipo per evitare la fila.

jardins_drtr_de_peterhof_2.jpg

Il palazzo Peterhof a San Pietroburgo
Il palazzo Peterhof a San Pietroburgo © Elsabeth Blanchet

Passeggia nei giardini estivi di Peterhof

La Neva è onnipresente a San Pietroburgo e il vento che lo avvolge ricorda costantemente che il Mar Baltico si trova nelle vicinanze. A ben trenta minuti di barca lungo la foce della Neva, la passeggiata ti permette di scoprire l’immensità di questa città in pieno sviluppo e il suo imponente porto, nonché il palazzo barocco di Peterhof, ex residenza di Pietro il Grande la cui costruzione risale all’inizio del XVIII secolo. Nei suoi colori bianchi e gialli, il palazzo merita il viaggio, soprattutto in estate. Siamo afferrati dalla geometria dei giardini, i 64 corsi d’acqua che compongono le fontane e la grande cascata di 16 metri di altezza di fronte al palazzo con le sue statue dorate, un po ‘kitsch, che i getti schizzi rendono ancora più abbagliante! Passeggiando lungo i sentieri dei giardini estivi, si può facilmente immaginare uno splendore passato di feste, balli e ricevimenti sontuosi e grandiosi.

 

Fai un bagno locale a Ozerki

Dopo il fasto di Peterhof, strass e paillettes, si è facilmente afferrati dal desiderio di semplicità e di vivere oggi in Russia. Alcune stazioni della metropolitana dal centro città, scendere a Ozerki, svoltare a sinistra, attraversare la strada principale e attraversare le porte di un parco. Dietro gli alberi, ti troverai faccia a faccia con una spiaggia e un lago circondato dalla foresta, proprio a San Pietroburgo. In mezzo a nuotatori e famiglie che preparano il barbecue, rilassati con un asciugamano per fare un piccola pausa alla moda di San Pietroburgo. Un bel bar con terrazza e ombrelloni sulla spiaggia vi permetterà di fare snorkeling se non avete picnic o barbecue. Se trascorri l’inverno, puoi persino vedere i russi fare rapidi bagni di acqua ghiacciata!
 

Mangia al Soviet Café Mayak

L’insegna del Café Mayak non è molto visibile dalla strada. D’altra parte, il busto di Lenin nella finestra non inganna … Il Café Mayak è ciò che viene chiamato a Ryumochnaya (parola derivata dacolpo in russo), un tipo di bar né costoso né pretenzioso dove puoi anche mangiare piatti tradizionali a prezzi imbattibili, tra mensa e camion! Al Café Mayak, che esiste dagli anni ’80, il tempo sembra essersi fermato. La decorazione ovviamente non si è evoluta a parte l’aggiunta del ritratto di Putin accanto a quello di Lenin! Anche il menu – attenzione non c’è traduzione in inglese – non è cambiato e le cameriere – nonne molto simpatiche – non parlano una parola della lingua di Shakespeare! Qualunque cosa, scegli il borsch, eccellente o ilZakouski,antipasti con cetriolini macerati in aceto di aneto, salsicce e salsicciaaringhe in salamoia, tutto inondato di vodka! Il Café Mayak si trova in 20 Mayakovskogo Street.

cafr_mayak_3.jpg

Café Mayak a San Pietroburgo
Café Mayak a San Pietroburgo © Elisabeth Blanchet

Scopri l’arte russa al Museo russo

Curiosamente e diversamente dall’Ermitage, non c’è fila al Museo russo e sembra fuori dai sentieri battuti dai turisti stranieri. I visitatori sono per lo più russi che vengono ad apprezzare l’arte del paese. Il museo russo è davvero il più grande museo dedicato a belle arti della nazione. La sua collezione di sontuose icone risalenti al X secolo comprende sculture, arti decorative e applicate e bellissimi dipinti dal 18 ° al 20 ° secolo. La visita del museo è fatta in modo particolarmente sereno, il personale è affascinante e prima di immergersi nelle rumorose strade circostanti, bere un piccolo caffè al ristorante del museo! Situato in una rotonda illuminata dalla luce naturale di una finestra sul tetto, è di per sé un pezzo del museo!

 

San Pietroburgo lungo i canali

Si chiama la Venezia del Nord per una buona ragione: San Pietroburgo è piena di canali e fiumi. Esplorare la città in barca è un ottimo modo per non perdere una briciola architettonica mentre si è seduti in silenzio mentre il paesaggio si svolge: un paesaggio di sontuose dimore del tempo della nobiltà della città, belle banchine di granito, dai ponti del XIX secolo. Ponti che si aprono anche di notte per un po ‘! Giorno e notte, San Pietroburgo in barca è una passeggiata magica. Puoi scegliere giri di un’ora o un’ora e mezza, su piccole imbarcazioni (da 4 a 10 persone) o più grandi se lo desideri.

canaux_de_saint-petersbourg.jpg

I canali di San Pietroburgo
I canali di San Pietroburgo © Elisabeth Blanchet

Religione e videogiochi

Dopo il cambio di scenario, una piccola meraviglia ti aspetta dentro la Cattedrale del Salvatore sul Sangue Versato. Costruito sotto Nicola II nel luogo in cui suo padre, lo zar Alessandro II fu assassinato da giovani anarchici nel 1881, questo. La chiesa ortodossa è ricca di ornamenti e mosaici. Il momento clou dello spettacolo è il ciborio, santuario di pietre preziose tra cui topazio e lapislazzuli, dedicato ad Alessandro II e situato dove fu assassinato lo zar. Non andartene senza visitare il primo piano dove è esposta la ghiaia su cui affondò il sangue dell’imperatore … Da qui il nome di questa chiesa non come gli altri. Per riprendersi da questa drammatica atmosfera, intrufolati nel piccolo museo dei giochi arcade sovietici. All’ingresso, ti verrà data una piccola busta da 15 copechi e potrai lasciarti andare a questi videogiochi sconosciuti. Amanti di Tetris !

Fortezza di Pietro e Paolo e danza improvvisata

È attorno a questa fortezza, costruita su un’isola della Neva nel 1703 per combattere contro gli svedesi che fu costruita San Pietroburgo. Costruito per difendere le rive del fiume, la fortezza non ha mai dovuto respingere gli attacchi nemici, ma è stata utilizzata come prigione in cui languivano importanti prigionieri politici. Oltre ai sotterranei che possono essere visitati, una cattedrale barocca con un sottile campanile che potrebbe anche essere usato come torre di guardia, si trova al centro della fortezza e merita una visita. Non lasciare l’isola senza fare una passeggiata sulla spiaggia che domina la Neva e l’Ermitage. In estate, sono esposte sculture di castelli di sabbia. Alla fine della giornata e preferibilmente nel fine settimana, prendere in prestitoPonte Birzhevoy e vai in punta di Vasilievsky Island. Lì, la gente balla spontaneamente al suono di sonos improvvisati!

forteresse_pierre_paul.jpg

Fortezza di Pietro e Paolo a San Pietroburgo
Fortezza di Pietro e Paolo a San Pietroburgo © Elisabeth Blanchet

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *