mappa

Quando gli architetti arrivano alla fine della loro fantasia, il risultato è a volte … esplosivo!

1. Museo Oscar Niemeyer (Brasile)

Progettato nel 1967 da Oscar Niemeyer, famoso architetto che realizzò le principali strutture pubbliche della capitale brasiliana, Brasilia (Brasile), il museo di Curitiba (aperto dopo la trasformazione nel 2002) presenta un’architettura molto sorprendente. La sua galleria principale ha la forma di un occhio gigante, in equilibrio su un supporto giallo. Vi si accede da rampe che si snodano su una piscina. All’interno dell’edificio, soprannominato “l’occhio”, il design sposa, da un’estremità all’altra, bellezza e fantasia.
Il museo è aperto tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 10h alle 18h; ultimo ingresso alle 17:30.

2. Biblioteca nazionale di Bielorussia (Bielorussia)

Va bene, ti devono piacere librerie per apprezzare davvero questo edificio costruito nel 2006 a Minsk (Bielorussia), che dà spudoratamente l’immodazione: enorme rombicubottaedro (guarda così!) Di 22 piani, illumina la notte e contiene 2 milioni di documenti e gallerie di art. All’ultimo piano, alto 72 m, una piattaforma panoramica, più piacevole, offre una vista panoramica (rara) sulla capitale bielorussa.
La piattaforma di osservazione è aperta tutti i giorni dalle 12 alle 23. Per scoprire questa strana figura geometrica, visitare www.nlb.by.

3. Ideal Palace (Francia)

Costruito a Hauterives, nella Drôme, a 90 km da Lione, questo edificio a metà strada tra un tempio indù e una creazione di Gaudí è il risultato di circa 33 anni di lavoro titanico e un esempio unico al mondo di arte architettonica ingenua. Ferdinand Cheval, un fattore professionale, iniziò a lavorare nel 1879 dopo essersi imbattuto in una roccia la cui forma insolita lo ispirò. Colonne degne del tempio di Angkor, torrette, doccioni, recessi e sculture che celebrano la natura, le civiltà e le religioni di tutto il mondo compongono questa struttura felicemente delirante, il cui fattore ostinato portava le pietre!
Da Lione, prendere la A7 in direzione sud fino a Chanas; da lì, prendere l’est e seguire la D131 quindi la D121 fino a Hauterives. Scopri il palazzo su www.facteurcheval.com.

rsz_palais_ideal.jpg

Ideal Palace, Francia. David Reverchon

4. Teatre-Museu Dalí (Spagna)

Un edificio rosa sormontato da uova giganti e una cupola geodetica nel mezzo di una città catalana senza storia? Dali sputa tutto! Salvador Dalí, nato a Figueras (Spagna settentrionale) nel 1904, ha creato negli anni ’60 e ’70 il suo incommensurabile Teatre-Museu Dalí, un viaggio multidimensionale in una delle menti più fertili (qualcuno dirà il più disturbato) del ventesimo secolo. Dall’esterno già, l’edificio mira a sorprendere: le insolite statue all’ingresso, il muro e la torre delle uova della strada Pujada del Castell sono altrettanti inviti a entrare in ciò che l’artista ha chiamato “il fantastico mondo del surrealismo “.

Figueras è servita dalla linea ferroviaria che collega Barcellona, ​​Girona e Portbou, al confine con la Francia. Per ulteriori informazioni sul museo, visitare www.salvador-dali.org.

5. Atomium (Belgio)

Progettato nel 1958 per l’Expo mondiale di Bruxelles, ilAtomium riproduce il file struttura di una molecola di cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. Realizzato in acciaio ricoperto di alluminio, è composto da 9 sfere con un diametro di 18 m ciascuna, collegate tra loro da tubi di 3 m di diametro. Il set misura 102 m di altezza e pesa oltre 2.400 tonnellate. La sfera del vertice ospita un ristorante; gli altri presentano mostre scientifiche principalmente dedicate agli “usi pacifici dell’energia atomica”. Una mostra permanente è dedicata alla Mostra del 1958.
Aperto tutti i giorni dalle 10h alle 18h. Stazione della metropolitana più vicina: Heysel, Bruxelles. Informazioni su www.atomium.be.

rsz_atomium.jpg

Atomium, Belgio. Michal

6. Kunsthaus Graz (Austria)

Maestosamente installato dal 2003 sulle rive del fiume Mur, il Museo delle arti di Graz (Austria) è stato progettato dagli architetti britannici Peter Cook e Colin Fournier. La sua architettura innovativa (è un cuscino? Un rene da trapiantare?) Sorprende ancora di più in questa città di provincia, ovviamente aperta a creazioni d’avanguardia. La “pelle” del Kunsthaus è stata realizzata con pannelli in vetro acrilico colorato che possono fungere da schermo gigante per risultati artistici. All’interno, l’atmosfera è altrettanto futuristica.
I tour del museo includono i reperti e l’edificio. Per ulteriori informazioni, visitare www.kunsthausgraz.at.

7. Experience Music Project, Seattle (Stati Uniti)

Finanziato dal co-fondatore di Microsoft Paul Allen, questo centro culturale fiancheggiato da un museo d’arte, costruito a Seattle nel 2000, evoca vagamente una chitarra gettata a terra. La zampa dell’architetto Frank Gehry nella forma curva in tre parti ricorda il Guggenheim Museum dell’artista a Bilbao, che non ha risparmiato i critici. La rivista Forbes l’ha classificata tra i 10 edifici più brutti del mondo e un giornalista del New York Times ha menzionato “una creatura che è strisciata fuori dal mare e si è rotolata su se stessa prima di morire”. L’Experience Music Project ospita anche un museo del rock.
Il museo (www.empsfm.org) si trova ai piedi dello Space Needle, vicino alla fermata della monorotaia del Seattle Center.

8. “Crazy House” Hang Nga (Vietnam)

La pensione Hang Nga (Vietnam) non è così pazzo, è soprattutto una creazione burlesca, un’esplorazione architettonica del surrealismo. In ristrutturazione permanente dal 1990, dispone di 9 camere con decorazioni stravaganti (alcune hanno uno specchio sul soffitto, la maggior parte di esse ospita strane statue di animali dagli occhi rossi), ognuna con il nome di un animale o una pianta. improbabile. Il tutto sembra una struttura vivente, come un enorme albero che si dispiega. Passeggiamo nel tempo libero perché perdersi in innumerevoli tunnel, passaggi e scale fa parte del gioco.
La Crazy House dista circa 2 km dal mercato centrale di Dalat. Dalat è servita da autobus dalla maggior parte delle città del paese. Per ulteriori informazioni, visitare www.crazyhouse.vn.

rsz_crazy_house.jpg

“Crazy House” Hang Nga, Vietnam. Tom Ravenscrodt

9. Casa Batlló (Spagna)

L’elenco dei monumenti più atipici sarebbe incompleto senza la realizzazione di Antoni Gaudí. Se la Sagrada Família, emblematica di Barcellona, ​​è considerata il suo capolavoro, la Casa Batlló è una delle sue grandi fantasie architettoniche. La facciata è ricoperta da mosaici blu, malva e verde, e ha finestre e balconi che ondeggiano come onde. Con i suoi elaborati camini, il tetto di tegole di ceramica blu è sormontato da una piccola torre. All’interno del salone principale, tutto sembra girare. Il soffitto ruota attorno a una lampada simile al sole. Porte, finestre e lucernari non sono altro che legno e vetri colorati.
Casa Batlló si trova in Passeig de Gràcia 43, vicino alla stazione Passeig de Gràcia.

rsz_casa_batllo.jpg

Casa Batlló, Spagna. Matti Mattila

10. Selfridges (Inghilterra)

questo Grande magazzino di Birmingham (Inghilterra) evoca per la sua forma una gigantesca arachide … Situato all’interno del frenetico centro commerciale Bullring, l’edificio fu progettato da Future Systems, che copriva la facciata con 15.000 dischi di alluminio. La sua architettura evoca una chiesa, un’illustrazione del carattere quasi religioso di cui godeva l’atto del consumo nel mondo moderno. I suoi contorni sono pensati per ricordare le linee morbide del tessuto e dei fianchi. Completato nel 2003, Selfridges ha portato alla città un nuovo ronzio commerciale.
Selfridges e l’Arena si trovano in Park Street, nel cuore di Birmingham.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *