mappa

Osi guardare il vuoto dalla cima di queste mura spazzate dalle onde, coperte di neve o testimoni di un passato molto antico?

1. Preikestolen (Norvegia)

Con il suo tre lati quasi lisci tuffandosi ripidamente nelle acque del fiordo, 604 m sotto, la “Rocca della sedia” è un mostro naturale. Alcuni saranno impressionati a guardare in basso – sarebbe meno – ma nessuno se ne pentirà vista magica sul Lysefjord. I soggetti con vertigine probabilmente non saranno in grado di avvicinarsi al bordo, che è protetto da nessun guardrail, ma non sono state segnalate cadute – soprattutto non quello dell’equilibrist francese Henry’s, che ondeggiava su due sedie impilate. Questa piattaforma di osservazione, impareggiabile sul pianeta, viene vinto alla fine diuna scia ardua dal Rifugio Jørpeland / Ostello della gioventù.
>>> Semonkong Lodge organizza discese in corda doppia e altre attività. Le cascate hanno un flusso massimo da dicembre a marzo (estate e stagione delle piogge).

adobestock_112789000.jpeg


La “roccia della sedia”, un mostro naturale © amelia629 – Adobe Stock

2. Kalaupapa, Moloka’i (Hawaii, Stati Uniti)

Dopo la scoperta della lebbra alle Hawaii nel diciannovesimo secolo, i pazienti furono deportati in questa remota penisola, un versamento di lava solidificato indicando nel mezzo del Pacifico, delimitato dalle più alte scogliere marittime del mondo. Culminante a 1000 mqueste pali formare una vera barriera, che un tempo conteneva la comunità di lebbrosi. Oggi i visitatori accorrono questo parco storico : 1.400 gradini scendono dal posto di osservazione al lebbrosario, rivelando la bellezza del luogo e la grandezza della tragedia umana.
>>> Maggiori informazioni qui. Le montagne russe con la pendenza più ripida (121 °) sono in Giappone a Fuji-Q Highland.

adobestock_101963825.jpeg

Dopo la scoperta della lebbra nelle Hawaii nel XIX secolo, i pazienti furono deportati in questa remota penisola
Dopo la scoperta della lebbra nelle Hawaii nel XIX secolo, i pazienti furono deportati in questa remota penisola © nirodha – Adobe Stock

3. Cabo GirÃo (Madeira)

Dagli anni ’30, il Cappella della Madonna di Fatima domina il Cabo Girão e offre la sua protezione su questo promontorio che, con i suoi 580 m, è iluna delle scogliere più alte Europa. Immergendosi pericolosamente nell’Atlantico, è una tipica formazione di Madeira. Nata da un vulcano, l’isola portoghese è davvero il picco diun’immensa catena sottomarina che è emerso circa 5 milioni di anni fa. Non troviamo morbidezza nei suoi paesaggi ed è proprio questobellezza rude che caratterizza il Cabo Girão.
>>> L’agenzia di viaggi più sicura e consigliata è Gravity Assisted.

Cabo Girao (Madeira)

4. Vestmanna, Isole Faroe

queste paesaggi aspri e primitivi sono costantemente spazzati dai venti sudoccidentali e sferzati da un furioso Oceano Atlantico. Eppure le scogliere di Vestmanna, che formano la più notevole barriera marittima delle Isole Faroe – un arcipelago isolato incastonato tra Scozia e Islanda – abbonda di vita. Fulmar, gabbiani, guillemot e puffin urlano, volano, nidificano e crescono su di essi Bastioni di basalto che culminano a 500 m, immergendosi tra i pilastri di roccia e in misteriose grotte. Avvicinati alla costa in barca e segui le ripide pareti fino alle grotte (non dimenticare il binocolo).
>>> AJ Hackett ha diversi siti di bungee jump in Nuova Zelanda. Controlla questo sito

adobestock_121391384.jpeg

Vestmanna, un arcipelago isolato incastonato tra Scozia e Islanda
Vestmanna, un arcipelago isolato incastonato tra Scozia e Islanda © Arrlfx

5. Beachy Head and the Seven Sisters (Inghilterra)

Un vero baluardo transfrontaliero sulla Manica, questo facciata di roccia bianca ha dovuto intimidire più di un invasore. Le altezze delle Sette Sorelle nei South Downs si increspano per miglia prima di arrampicarsi sulla formidabile barriera naturale di Beachy Head. Con i suoi 162 m, è il scogliera di gesso più alta Inghilterra. Quota di riscatto: dal diciassettesimo secolo, le anime in difficoltà gravitano intorno al promontorio pericoloso e lo hanno reso uno dei siti di suicidio più famosi al mondo.
>>> Visita il sito web di Alter Action, l’agenzia che ha introdotto lo snowboard in Namibia.

adobestock_160987663.jpeg

Le sette sorelle
Le sette sorelle © Daniel – Adobe Stock

6. Anfiteatro, Monti Drakensberg (Sudafrica)

Le montagne del Drakensberg sembrano un esercito pietrificato. Gli Zulus danno loro il nome di Quathlamba, o “lance bastione Che è particolarmente adatto per Rocky Circus chiamato Anfiteatro. Il sito è sicuramente teatrale: il ferro di cavallo a forma di scogliera ripida, solcata da cascate, sorge a 1000 m sopra la valle. Tugela, una delle cascate più alte del mondo, scendi la scarpata attraversando cinque livelli; Khubedu nasce da Mont-aux-Sources prima di crescere per formare l’Arancia e sfociare nell’Atlantico, a 2000 km di distanza.
>>> Le discese vengono offerte ogni giorno durante la stagione dal funitel Péclet, lo skilift principale. Casco e slitta sono inclusi nel prezzo. È anche possibile la discesa notturna.

Montagne di Drakensberg in Sudafrica

7. Acapulco (Messico)

Non sono le vertigini che ti faranno rabbrividire sulla costa di Acapulco, ma piuttosto la follia di Clavadistas (sommozzatori). Per anni, i giovani temerari hanno lanciato cime rocciose di La Quebrada, recitando una preghiera davanti al santuario in vetta prima di eseguire il loro immersione piacevole. L’altezza del salto (35 m) è certamente impressionante, ma questo è sincronizzazione che si rivela cruciale : se l’immersione nello stretto abisso non viene effettuata nel momento esatto in cui arriva un’onda, il sub si schianta sulle rocce …
>>> Bourbon Parapente impiega istruttori qualificati e offre battesimi e formule di iniziazione.

adobestock_1027496.jpeg

Fai un tuffo ad Acapulco
Fai un tuffo ad Acapulco © Zoe Schumacher – Adobe Stock

8. Great Australian Bay (Australia)

Guardando ad est dalla lontana città di Eucla, l’arida costa dell’Australia meridionale sembra formare un muro di scogliere. Le chiare vette rocciose sedimentarie della grande baia misurano da 60 a 120 m di altezza e si susseguono per oltre 1.000 km. Mentre pochi uomini vagano per questi Distese deserte battute dall’oceano (e delimitato dalla pianura di Nullabor), a vita animale molto varia si è evoluto in queste condizioni ostili: leoni marini crogiolarsi sulla spiaggia, draghi marini mimetizzati tra il fuco e balene di destra che svernano al largo.
>>> Zorbing South, a 5 minuti di auto da Dorchester, garantisce una sicurezza totale e offre due varianti: l’imbracatura e l’idrozorb. Dai un’occhiata a questo sito.

adobestock_60370405.jpeg

La grande baia australiana
La grande baia australiana © totajla – Adobe Stock

9. Nanga Parbat (Pakistan)

Il posto migliore per ammirare l’enorme Nanga Parbat è un posto bucolico chiamato il “ Fairy Plain “. Un nome che descrive male l’ambiente di questo picco terrificante dall’Himalaya occidentale, circondato da enormi scogliere. Soprannominato il “montagna mortaleIl Nanga Parbat è la nona vetta più alta del pianeta e il pendio del Rupal, a 4.600 m, è la parete rocciosa più alta del mondo. Questa facciata dalle dimensioni impressionanti è spesso spazzata dafrane evalanghe. Meglio guardarlo da lontano, in compagnia delle fate.
>>> La strada è molto trafficata, soprattutto in cima al passo, armati di pazienza; non guidiamo velocemente.

Nanga Parbat (Pakistan)

10. Flaming Cliffs, Deserto del Gobi (Mongolia)

Queste rocce incandescenti punteggiano le distese vuote del deserto del Gobi. Se hanno le vertigini, non è a causa delle loro dimensioni, abbastanza modesto, ma del loro passato. il vestigia preistoriche di Bayanzag – scogliere sgargianti della Mongolia – sono farmaci. Negli anni 1920, abbiamo trovato nella sabbia il primo lotto di uova di dinosauro scoperto nel mondo ; successivamente furono estratti molti fossili, tra cui le ossa di un rinoceronte senza corna.
>>> Beach Park si trova sulla spiaggia di Porto das Dunas a Ceará, nel nord-est del Brasile.

adobestock_61241372.jpeg

Le scogliere di Bayanzag
Le scogliere di Bayanzag © hecke71 – Adobe Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *