mappa

Il viaggio fotografico. La formula è semplice: vai con altri appassionati di fotografia, accompagnato da un professionista che ti guida nelle tue scelte tecniche ed estetiche. Sia sull’altopiano di Aubrac, a Spitsbergen in Norvegia o in Andalusia, questi viaggi in cui i vincoli legati alle riprese dettano l’orario hanno il vento in poppa. Incontro con Vincent Frances, creatore dell’agenzia Photographes du Monde.

Cosa sta cercando la persona che cerca un viaggio fotografico?

Facciamo un viaggio fotografico per combinare tre cose essenziali. Veniamo per ottenere la giusta consulenza fotografica, nel posto giusto, al momento giusto. È la combinazione di questi tre fattori che cerchiamo di offrire ed è una chimica complessa. Ciò che conta alla fine è sviluppare l’espressione personale di ciascuno. Per questo, il ruolo dell’accompagnatore è essenziale. Non è solo un fotografo che conosce la destinazione, cerchiamo di trovare la persona giusta in grado di sviluppare la tecnica e la sensibilità di ciascuno.

Chi sono i fotografi che li accompagnano?

Si tratta di fotografi professionisti che forniscono supporto oltre alla loro attività di illustratori fotografici o fotoreporter. Hanno un ruolo di facilitatore. Il fotografo che accompagna aprirà le porte, metterà il fotografo in viaggio nella posizione di ottenere immagini che avrebbe potuto mettere diversi giorni o addirittura anni da fare. Cerchiamo di dare loro solo il lato positivo del nostro lavoro. Ad esempio, in Mongolia, quando vai dai nomadi, il viaggiatore beneficia di tutte le volte che il fotografo è già arrivato e collega i suoi intrecci con le persone.

_5d33175-pdm_c_vincent-frances-4.jpg

Una delle condizioni più importanti del viaggio fotografico è sviluppare la sensibilità di ognuno.
Una delle condizioni più importanti del viaggio fotografico è sviluppare la sensibilità di ognuno. © Vincent Frances

Dovremmo avere un livello minimo in fotografia?

Il viaggio è per tutti i livelli. Spetta al fotografo accompagnatore adattarsi. L’idea è di accompagnare la pratica fotografica e l’approfondimento delle tecniche di ognuno. Ecco perché ci assicuriamo di avere gruppi in cui il fotografo è accessibile a tutti i viaggiatori: viaggiamo al massimo a 4, 6 o 8 persone. Il ruolo del fotografo è di aiutare tutti a superare il passo che è appena sopra di lui. Spesso i dilettanti vogliono bruciare le tappe e aspettare ricette già pronte … Chiunque abbia un livello 5 su 10, parleremo del livello 6. Chi ha un livello 1, parleremo del livello 2. ..

I viaggiatori vengono con le proprie attrezzature?

Sì, vengono con le loro attrezzature fotografiche perché una volta terminato il viaggio, saranno in grado di riprodurre ciò che hanno imparato sul proprio materiale. Sul posto, se mancano di accessori o se rompono un caso, offriamo prestiti. Noleggiamo anche attrezzature: un teleobiettivo, ad esempio, può rivelarsi utile per sfruttare appieno un viaggio in Namibia. Alla fine, ciò che è importante è che il viaggiatore domini la sua attrezzatura e non viceversa.

_d3_1083-pdm_c_vincent-frances-15.jpg

Durante tutto il viaggio, il fotografo inquadratore si adatterà al livello tecnico di ciascuno.
Durante tutto il viaggio, il fotografo inquadratore si adatterà al livello tecnico di ciascuno. © Vincent Frances

La fotografia viaggia in rima esclusivamente con la fotografia digitale?

C’è di tutto tranne il 95% dei partecipanti con dispositivi digitali. Questo è l’ideale per l’apprendimento perché è molto facile vedere immediatamente il risultato di una scelta tecnica. Sbagliare fa parte del processo di apprendimento, il digitale può fornire una consulenza adeguata in situ, per dimostrare che avremmo potuto fare una foto più forte nello stesso posto. Quindi la progressione è più veloce. Nel film, c’è una dimensione che le persone perdono in parte, è quella dell’analisi delle immagini di gruppo.

Come vanno queste sessioni di analisi?

Veniamo con computer e proiettori per l’analisi fotografica ma possiamo guardare le immagini su un computer o sul retro delle fotocamere. Queste sessioni sono importanti, c’è un’emulazione che viene creata in gruppi perché impari molto con gli occhi degli altri. Nello stesso posto con le stesse condizioni, tutti vedranno cose diverse, non c’è mai la stessa immagine, ecco cosa è grandioso. Vedere ciò che qualcuno ha visto mentre eri nello stesso posto fa molti progressi su come afferrare gli argomenti. C’è un vero apprendimento collettivo grazie a queste sessioni.

_5d34732-hd_c_vincent-frances-8.jpg

Durante un viaggio fotografico, l'interesse è anche quello di poter scambiare con gli altri partecipanti gli scatti della giornata.
Durante un viaggio fotografico, l’interesse è anche quello di poter scambiare con gli altri partecipanti gli scatti della giornata. © Vincent Frances

Qual è una giornata tipo durante un viaggio fotografico?

Dipende principalmente dalla luce perché vivi al tuo ritmo. Arriviamo spesso molto presto nei punti: spieghiamo come arriverà la luce e come posizionarci. In Provenza, ad esempio, andiamo a fare foto all’alba. Dopo un primo debriefing, possiamo iniziare a scattare foto al mattino perché le luci sono ancora interessanti. Sono quindi molto alti nel pomeriggio, quindi ci fermiamo, mangiamo, facciamo un pisolino e facciamo una sessione di analisi intorno alle 16 h. Quindi torniamo alle riprese dalle 17:00 alle 21:00.

Come scegliere il tuo viaggio in base al tuo stile e personalità fotografica?

Ogni viaggio ai temi elencati nei nostri roadbook: vestiti, paesaggi, animali … Le illustrazioni dei roadbook con le foto scattate sul posto spesso parlano da sole. Qualcuno a cui non piace la folla, non gli consiglieremo necessariamente di andare in India ma piuttosto a Spitsbergen. Cerchiamo di consigliare il formato di viaggio corretto in base alle loro immagini di ricerca. Un ultimo fattore di scelta è ovviamente importante: l’universo personale del fotografo di accompagnamento.

_n8c9353-hd_c_vincent-frances-19.jpg

Piuttosto paesaggi naturali o giungla urbana? Scegli il viaggio fotografico che si adatta alla tua personalità e alla tua sensibilità artistica.
Piuttosto paesaggi naturali o giungla urbana? Scegli il viaggio fotografico che si adatta alla tua personalità e alla tua sensibilità artistica. © Vincent Frances

Quali sono le condizioni di hosting?

Dipendono dall’interesse di andare a dormire in un posto … o no! Accamperemo e vivremo in un lodge incredibile se c’è un interesse fotografico per andarci. Non dormiremo sotto una tenda, quindi accanto c’è un bell’albergo. Dormiremo in una tenda se siamo nel mezzo del deserto e siamo soli a scattare foto della Via Lattea. Noi di Photographers of the World cerchiamo ancora di avere alloggi confortevoli, il fotografo deve essere in forma, mangiare bene, dormire bene e viaggiare è un piacere. Le persone sono ancora in vacanza!

Cosa non bisogna dimenticare oltre alla sua macchina fotografica?

Da un punto di vista logistico, elementi di sicurezza in relazione alla produzione di immagini: un treppiede leggero, una seconda fotocamera, una buona borsa fotografica per evitare di essere disturbato dal suo hardware, schede di memoria, batterie. .. C’è anche un’altra risposta a questa domanda. Quando viaggi, non essere ossessionato dal materiale, devi anche sapere come lasciarti andare quando vivi per poterlo catturare. I fotografi sanno catturare l’essenza di una situazione, una persona o un paesaggio in pochi minuti. Per questo, è necessario impregnarsi e farsi penetrare dalle cose. Spesso le persone mettono una barriera tra loro e ciò che vivono: spesso sono le loro aspettative, i loro pregiudizi, le immagini che vogliono fare assolutamente mentre non hanno ancora fatto il viaggio. Dobbiamo anche imparare ad arrenderci al momento presente.

_5d38193-hd_c_vincent-frances-11.jpg

Durante il viaggio, anche se la scelta dell'attrezzatura giusta per la fotocamera è molto importante, non dimenticare di approfittare del momento, per catturare meglio il momento.
Durante il viaggio, anche se la scelta dell’attrezzatura giusta per la fotocamera è molto importante, non dimenticare di approfittare del momento, per catturare meglio il momento. © Vincent Frances

La tua destinazione preferita?

Quello che non ho ancora fatto … Più seriamente, ci sono ancora due destinazioni molto forti, queste sono le destinazioni artiche: Lapponia e Lofofoten. Non è molto lontano dalla Francia, a poche ore di aereo e puoi vedere neve, ghiaccio, animali selvatici, aurora boreale e popoli nomadi. In un altro stile, la Namibia nell’emisfero meridionale: non c’è differenza di tempo, sono 9 ore in aereo, con un cielo che non vediamo in Europa, enormi deserti, in un paese venti volte più grande della Francia dove vivono solo due milioni di persone. Sono cose che sono state in qualche modo dimenticate nell’Europa occidentale e che vediamo in modo piacevole in Namibia perché è un paese tranquillo e relativamente ricco.

dsc00239_c_vincent-frances-20.jpg

La ricompensa del fotografo: saper scegliere una destinazione forte per scatti indimenticabili.
La ricompensa del fotografo: saper scegliere una destinazione forte per scatti indimenticabili. © Vincent Frances

Il viaggio fotografico continua dopo la fine del viaggio?

In agenzia, ci piace dire che “fotografare è viaggiare mille volte”. Sulla via del ritorno durante il fotoritocco, vediamo di nuovo ogni scena e inevitabilmente alcuni momenti del suo viaggio. Ma ci sono tanti modi di rivivere quante sono le persone. Ci sono alcuni che realizzano album fotografici, altri che condividono sui social network, che realizzano gallerie sul loro sito o mostre. In agenzia, siamo ricettivi a tutto ciò, cerchiamo di stringere collaborazioni con tiratori e tipografi in modo che le persone possano prolungare la propria esperienza. Vengono inoltre creati gruppi privati ​​in modo che le persone che hanno preso parte a un viaggio scambino le loro foto. È un’estensione di ciò che è stato vissuto, ogni viaggio ha la sua bolla in cui possiamo tornare indietro di un mese o due anni dopo.

L’esperienza del viaggio fotografico ti tenta? Trova tutte le informazioni sul sito dil’agenzia Photographes du Monde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *