mappa

Savoir-vivre, alloggio, strano da non commettere … Prima di volare a Tahiti o in un’altra isola della Polinesia, ecco alcuni consigli per rendere il tuo viaggio il più agevole possibile.

Buono a sapersi prima di andare in Polinesia

  • In Polinesia viviamo al ritmo delle isole … Non c’è bisogno di avere fretta.
  • Non provare a visitare troppe isole in un solo soggiorno.
  • Per un primo viaggio in Polinesia, è sufficiente visitare due arcipelaghi.
  • Consentire almeno tre giorni (esclusi i giorni di arrivo e partenza) per visitare un’isola.
  • È meglio prenotare le tue attività direttamente, senza passare per il tuo hotel, per beneficiare di tariffe migliori (questo non è valido per le pensioni, attraverso le quali non ci sono costi aggiuntivi).
  • Avere una carta di credito e pianificare sempre una riserva in contanti.
  • Per evitare gli alti costi di roaming degli operatori telefonici, acquistare una scheda SIM locale.
  • C’è poca vita notturna in Polinesia. Andiamo a letto presto e ci alziamo presto.
  • Non è consuetudine dare la mancia o contrattare.

L’atollo di Fakarava

L'atollo di Fakarava

Come vestirsi in Polinesia

il calore e umidità spingiti per vestirti il ​​più leggermente possibile (pantaloncini e maniche corte) ma prendi un maglione, soprattutto per le serate nella bella stagione (da giugno ad agosto) e una giacca a vento nei giorni ventosi. Prevedi anche maniche lunghe e pantaloni in cotone leggero per camminare. Non sovraccaricarti: in ogni caso, gli abiti casual sono in ordine.

Alloggi in Polinesia

È meglio prenotare un alloggio in Polinesia per i periodi luglio-settembre e Natale-Capodanno, molto affollati.

  • alberghi Esistono diverse categorie di hotel, dal piccolo hotel e residenza familiare di poche unità agli hotel di lusso con bungalow sull’acqua.
  • Pensioni familiari La formula più comune, in tutti gli arcipelaghi. Questo è il più delle volte bungalow di design standardizzati sulla proprietà della famiglia, a volte camere nei proprietari di casa. La formula generalmente offerta è la mezza pensione (pernottamento, colazione, cena). Il livello di comfort e qualità dell’accoglienza è molto variabile da una pensione all’altra.
  • Campeggi e dormitori Nessun campeggio nel solito senso del termine, ma individui che forniscono piazzole per tende in diverse isole. Nessun ostello, ma piccole strutture che affittano camere a più letti a tariffe eccezionali (solo in alcune isole). Ideale per piccoli budget.

Spiagge e lagune in Polinesia

Se la Polinesia è famosa per i suoi bellissime lagune – senza dubbio il più bello del mondo – lo stesso non si può dire delle spiagge. I mari di solito sono costituiti da sabbia corallina o detriti di corallo che non favoriscono l’ozio come di solito inteso. Le distese di sabbia bianca di fronte agli hotel di lusso sono spiagge artificiali. Le “vere” spiagge sono in realtà molto rare. Nelle Marchesi, molte spiagge sono infestate da nonos, un insetto pungente.

Vista aerea di Bora Bora

Vista aerea di Bora Bora

Wi-Fi in Polinesia

Il Wi-Fi è disponibile nella maggior parte delle isole, ma la banda larga (che in realtà è la velocità media nei paesi occidentali) è disponibile solo nelle Isole della Società. Altrove, le connessioni possono essere molto lente. Nelle strutture ricettive (hotel, pensioni), l’accesso Wi-Fi è generalmente gratuito.

Savoir-vivre in Polinesia

Alcune regole di etichetta devono essere rispettate in Polinesia.

  • Togliti le scarpe Ci togliamo le scarpe prima di entrare in una casa. Questa regola non si applica ai bungalow affittati ai turisti.
  • surf Avviso ai novizi: scopri le regole da seguire nella formazione (zona in cui aspetti che inizi l’onda). Fai attenzione anche agli altri surfisti e bagnanti.
  • preghiera Se condividi un pasto in famiglia con polinesiani, attendi fino a quando il capo della famiglia non abbia impartito la preghiera di benedizione.
  • monokini Molto scarso tranne su alcune spiagge di Papeete e in hotel di lusso.
  • tu Nella maggior parte degli atti della vita quotidiana, la familiarità è di rigore, ma non è sinonimo di familiarità.
  • orario Andiamo a letto presto in Polinesia. Evita di effettuare chiamate dopo le 19h.
  • pazienza Non mostrare stress o impazienza.
  • Siti sacri Rispetta i luoghi sacri (marae) ed evita qualsiasi giudizio sulla religione.

Argento in Polinesia

La valuta locale è il franco pacifico (PSC). Il suo prezzo è fissato in relazione all’euro. Cambierai facilmente i tuoi euro nelle banche locali (presenti nella maggior parte delle isole turistiche) e potrai ritirare i CPS negli sportelli bancomat, disponibili anche nella maggior parte delle isole frequentate dai turisti. Tuttavia, assicurati di controllare il limite di prelievo settimanale con la tua banca per evitare spiacevoli sorprese e pianificare anche contanti. Il pagamento con carta di credito è possibile in hotel, compagnie di autonoleggio, Air Tahiti, centri di immersione e alcune pensioni.

Budget per un viaggio in Polinesia

Fare attenzione a non sottovalutare le diverse voci di budget in modo da non essere colti di sorpresa. Oltre all’alloggio e alla ristorazione, pensa a voli domestici, barche, noleggio auto (spesso richiesto nelle Isole della Società) e trasferimenti aeroporto-alloggio. Da tenere in considerazione anche nel calcolo delle escursioni di budget (laguna e terra) e delle attività.

Non dimenticare prima di partire per la Polinesia

  • Verifica la validità del passaporto e assicurati di seguire la procedura di autorizzazione di viaggio elettronica (ESTA) per il transito attraverso gli Stati Uniti
  • Stipulare un’assicurazione di viaggio, comprese le attività acquatiche come le immersioni
  • Conoscere le restrizioni sul trasporto di bagagli per via aerea, anche per i voli nazionali (limitato a 10 kg o 20 kg a seconda del tipo di biglietto acquistato)
  • Prendi la patente di guida
  • Porta il tuo certificato di livello di immersione

Cosa portare in Polinesia

  • Un costume da bagno
  • Una macchina fotografica
  • Infradito, scarpe da trekking e sandali di plastica
  • occhiali da sole
  • la crema solare
  • Una zucca
  • Dal repellente al DEET
  • Una torcia
  • Un po ‘di lana
  • Un poncho impermeabile
  • Una maschera, pinne e boccaglio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *