mappa

Meteo per cani, anatra fredda, rane di pioggia … Non essere sorpreso dagli annunci meteo, davanti a loro e affronta gli elementi!

1. Contrasti meteorologici, Lago Baikal (Russia)

questo enorme serbatoio d’acqua nel cuore della Russia sta vivendo enormi variazioni meteorologiche. Non è necessario parlarti del tempo a Irkutsk, che è molto vicino (70 km): la differenza di temperatura tra la città e le sponde del lago può raggiungere i 15-20 ° C. In estate, facciamo il bagno nel più grande lago d’acqua dolce del pianeta; arriva l’inverno, camminiamo sulla sua superficie ghiacciata. Ad aprile, la debacle crea lì un tormentato paesaggio di ghiaccio bluastro. La primavera e l’autunno colpiscono il lago con una luce diffusa, mentre arcobaleni e arcobaleni possono essere improvvisati senza preavviso in qualsiasi momento dell’anno. rendendo il cielo caleidoscopico.
>>> Come un gigante che dorme a lungo, il Lago Baikal si risveglia al turismo naturalistico: è in fase di sviluppo un sentiero escursionistico che copre i suoi 1.800 km di costa.

adobestock_127204822.jpeg

 La primavera e l'autunno colpiscono il lago con una luce straordinaria
La primavera e l’autunno colpiscono il lago con una luce straordinaria © zhaubasar – Adobe Stock

2. Sandstorms, Erg Chebbi (Marocco)

Le spettacolari dune di Merzouga, un rosso dorato (Marocco), sono permanentemente modellati dai venti che soffiano qui: vale a dire la forza della natura al lavoro in questo erg. Da dicembre a febbraio, questo angolo di Sahara si asciuga le tremende tempeste dell’Atlanticoe venti forti soffiano anche a giugno e luglio. risultato: tempeste di sabbia titaniche chi può inghiottire un uomo. Questo non significa dispiaciuto a tutti perché I marocchini attribuiscono virtù curative alla sabbia di Erg Chebbi. Se vedi qualcuno sepolto fino al collo, non è necessariamente necessario chiedere aiuto.
>>> Assumi una guida esperta in grado di prevedere le tempeste di sabbia.

Tempesta di sabbia a Erg Chebbi (Marocco)

Da dicembre a febbraio, le spettacolari dune di Merzouga subiscono enormi tempeste dall'Atlantico

3. Piogge di stelle, deserto di Atacama (Cile)

Qui dentro la regione più secca del pianeta, il cielo notturno è messo a nudo e offre all’astronomo dilettante pioggia … di stelle. Questo deserto, tanto ostile quanto splendido, oggi attira molti turisti, che vengono per primi ammirare paesaggi mozzafiatocome il Salar di Uyuni. Ma sul posto, non dimenticare di alzare gli occhi, perché rivela l’assenza di nuvole e soprattutto l’inquinamento luminoso tutta la bellezza e la ricchezza della volta celeste. Gli scienziati hanno installato nell’Atacama importanti osservatori e un intero arsenale astronomico avanzato, tra cui il radiotelescopio più potente del mondo.
>>> Vicino a San Pedro de Atacama, il francese Alain Maury, un ex astronomo del CNRS, ti farà scoprire il cielo, ad occhio nudo e con il telescopio.

adobestock_193192406.jpeg

Pioggia di stelle nel deserto di Atacama
Pioggia di stelle nel deserto di Atacama © rpbmedia – Adobe Stock

4. Frog rains, Ishikawa (Giappone)

Una piaga dell’Egitto? No, un mistero del Giappone. La prefettura di Ishikawa, nel 2009, è stata registrata per diverse settimane strane piogge di animali: rane, girini e pesci. Centinaia di larve di anfibi così cadde nelle città di Nanao e Hakusan. Dal lato meteorologo, restiamo nella nebbia: l’unica spiegazione plausibile per questo tipo di fenomeno è una bomba marina (che ha strappato piccoli animali in mezzo per sputare ulteriormente), ma nessuno era stato registrato nell’area.
>>> Rifugiati a Hoshi Ryokan, Komatsu, uno dei più antichi ostelli del mondo (operativo dal 717!), Dotato di tutti i comfort moderni.

adobestock_177775713.jpeg

Pioggia di rane
Pioggia di rane © okonatowordpress – Adobe Stock

5. Grosgrain, Isola di Vancouver (Canada)

Per trasformare un clima lancinante in una risorsa turistica, hai bisogno di una buona dose di genio, e alcuni sulla costa occidentale dell’isola di Vancouver, ovviamente non mancano. Negli ultimi anni, i viaggiatori affollano Tofino, Ucluelet e altri villaggi per dedicarsi a un hobby ben noto agli isolani: assistere alla formazione di tempeste che si susseguono sul Pacifico da novembre a marzo. In questo momento, la regione riceve la maggior parte delle sue precipitazioni annuali (spesso cadendo, inoltre, in orizzontale): in alta stagione, il turista (masochista o meteorologo) può contare su un tempo eseguibile a giorni alterni.

>>> Per guardare senza bagnarti, prendi un’accogliente stanza al Wickaninnish Inn, proprio di fronte all’oceano.

6. Aurora boreale, Tromsø (Norvegia)

È nell’emisfero settentrionale un nastro di terra privilegiato che, ogni inverno, è il teatro diuno spettacolo magico dato dall’ingresso di particelle cariche del vento solare nell’atmosfera superiore della terra: l’aurora boreale. La Norvegia è giustamente una delle destinazioni più popolari per ammirare questo fenomeno (che, secondo la leggenda, sarebbe stato causato dal riflesso dell’armatura dei mitici Walkyries). A Tromsø, sopra il circolo polare artico, hai tutte le possibilità di svenire di fronte a te questa danza cosmica e colorata.
>>> Ci vediamo a Tromsø a gennaio durante il festival dell’aurora boreale (jazz e musica classica), per unire la magia della luce e i piaceri della musica.

Vedi aurora boreale in Norvegia

L'aurora boreale brilla giorno e notte, ma è nei cieli scuri che si vede meglio.

7. Hail and Tornadoes, Oklahoma (Stati Uniti)

Digita il tuo motore di ricerca «piscina vs chicchi di grandine E guarda il video per avere un’idea grandinate grandinate che cadono regolarmente in Oklahoma o si fidano di noi. Sul posto, la gente del posto ti parlerà di questo momento prima dei documenti ufficiali, dove lo stato aveva visto cadere mostri di 20 cm di diametro. Le docce antigrandine causano regolarmente danni qui, specialmente in primavera. E quando non sono i chicchi di grandine, i tornado assicurano lo spettacolo: l’Oklahoma è il terzo stato americano più spesso colpito da questi vortici di parassiti.
>>> Dai la caccia ai tornado in Oklahoma con Cloud 9, che offre spedizioni in questo angolo del “Tornado Alley” americano: arruffati!

Tornado in Oklahoma (Stati Uniti)

L'Oklahoma è il terzo stato degli Stati Uniti più comunemente colpito da questi turbinii di parassiti.

8. Monsoon, Salalah (Oman)

Durante il Khareef (monsone, giugno-luglio), questa città torrida del deserto vede prendere i suoi paesaggi aridi un colore verde intenso. I venti umidi e tempestosi sono carichi di odori di incenso (raccolti da olibani o “alberi di incenso”, molti nella regione). È anche il momento del Festival du Khareef, se sei settimane di feste e mercati di ogni genere (animali con profumi) dove vengono premuti, spinti dal vento, visitatori da tutta la regione.
>>> Lascia che anche le squallide ti portino alle scogliere di Mughsayl, non lontano da Salalah, dove il mare smontato dal monsone si precipita nelle cavità rocciose in spettacolari fontane.

9. Green Ray, Saint-Jean-de-Luz (Francia)

Il “raggio verde”, già citato da Jules Verne, lo è un fenomeno ottico raro e complesso, osservato a volte immediatamente dopo il tramonto, quando una macchia verde sembra galleggiare appena sopra la stella. Questa visione molto fugace deriva da una combinazione di fattori legati alla rifrazione della luce, allo spessore dell’atmosfera e alla curvatura della Terra. Era Saint-Jean-de-Luz per Éric Rohmer in Il raggio verde (1986), ma in effetti In una giornata limpida, dovresti essere su una spiaggia esposta a ovest. In assenza del raggio verde, puoi ammirare il tramonto.
>>> Mentre aspetti il ​​tramonto, gusta pesce e frutti di mare sul porto di Saint-Jean-de-Luz. Puoi guardare il raggio verde di fronte all’oceano.

adobestock_170933348.jpeg

Tramonto a Saint-Jean-de-Luz
Tramonto a Saint-Jean-de-Luz © skerdreux – Adobe Stock

10. Lightning, Western Province (Ruanda)

Ancora lottando per dissipare le nuvole scure di una storia molto dolorosa, il Ruanda lo diventa comunque oggi una bellissima destinazione per gli amanti dell’ecoturismo – e cieli tormentati. Cacciatori di fulminiconoscere questo piccolo paese, colpito da un numero di temporali 2,5 volte superiore a quello della Florida, pur mantenendo il primato degli Stati Uniti. In Ruanda, diversi siti competono per il titolo nazionale, ma è Kamembe, nella provincia occidentale, che per diversi anni il record annuale della tempesta. Per ammirare questo spettacolo fragoroso e abbagliante, vai in Ruanda all’inizio di una delle stagioni delle piogge (marzo-maggio e ottobre-novembre).
>>> La foresta pluviale dell’altopiano di Nyungwe, la meglio conservata in Africa, si trova nel Ruanda sudoccidentale ed ospita molte specie di scimmie.

adobestock_96591589.jpeg

 Kamembe detiene il record annuale di tempeste
Kamembe detiene il record annuale di tempeste © oraziopuccio – Adobe Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *