mappa

La cucina tailandese, tutto in armonia e sapori speziati, ci mantiene salubri. Ecco i piatti più tipici da scoprire in Thailandia.

Riso tailandese

Al mattino in Tailandia, l’odore della cottura del riso si mescola a quello dell’incenso che adorna gli altari di famiglia. Il riso occupa un posto così nel cibo tailandese che il verbo gin kôw (letteralmente “mangiare riso”) è il termine comune per “mangiare”.
Il riso può essere cotto a vapore, fritto, bollito in una zuppa, trasformato in noodles o cotto per dessert. Nella sua versione a vapore, viene consumato con un cucchiaio e, nel caso del kôw nĕe o (riso glutinoso), con le dita. Tipicamente, la colazione consiste in una zuppa di riso (jóhk o kôw đôm), ideale per stomachi jet lag, stomachi sensibili o dopo la festa. Il pranzo probabilmente consisterà in un piatto saltato o un curry con riso, acquistato da un venditore ambulante o un piccolo negozio. Nelle città di provincia, i thailandesi vanno al mercato notturno per vedere ed essere visti e assaggiare di nuovo il riso.

Diversi tipi di riso, Thailandia

Diversi tipi di riso, Thailandia

le tagliatelle

Di giorno e di notte, nelle bancarelle e nei negozi modesti, troverai la tipica merenda tailandese: i gŏo · ay đĕe · o (spaghetti di riso), perfetta illustrazione della tendenza dei thailandesi a declinare i sapori. Scegli il tipo di pasta, il sugo di carne e pesce, zucchero, aceto e peperoni. Sentiti libero di addolcire, il risultato è sorprendente.
Esistono tre tipi di spaghetti di riso di base – sien yai (grande), senne lok (fine) e sene (anche più fine) – oltre alla balla, una tagliatella riccia a base di farina di grano e uova. La maggior parte appare solo nelle zuppe, ma alcuni sono saltati, come il pad tailandese (vermicelli di riso saltati con gamberi freschi o secchi, tofu e uova).
Investi nel mercato mattutino per goderti una ciotola di kà · nŏm jin (spaghetti di riso al curry). Questo piatto ti dà l’impressione, grazie alla moltitudine di verdure fresche e in salamoia, di essere cresciuto nella foresta pluviale e di nuotare nelle mangrovie. Kà · n jm jin è di solito servito su tavoli di legno traballanti, condivisi da donne tailandesi di classe modesta e studenti.

Il pad thailandese essenziale

Il must have

Curry tailandesi

Il componente più famoso della cucina tailandese, il curry (gaang) è un piatto modesto qui. Sulle bancarelle lungo la strada, in particolare nel sud della Thailandia, grandi vasi di metallo contengono vari intrugli dai colori vivaci. Su richiesta, il venditore solleverà i coperchi e nominerà i tipi di carne che contengono: gaang gai (pollo al curry) o gaang Ъlah (curry acido di pesce). A Bangkok venditori ambulanti e piccoli negozi presentano i loro curry in ottimi piatti. In entrambi i casi, sottolinea ciò che hai scelto per essere servito sul riso. Lo consumerai con un cucchiaio. Non mangiare foglie di limone non commestibili.
Tutti i curry sono fatti con un impasto composto da semi di coriandolo macinati, semi di cumino, aglio, citronella, lime kaffir, galanga, pasta di gamberi e peperoni (freschi o secchi). I cuochi tailandesi lo facevano da soli, ma oggi molti lo compreranno al mercato dove viene venduto sfuso. La ricetta per la pasta di curry varia da una regione all’altra: il gaang mát · sà · màn (curry musulmano) è composto da anice stellato, una spezia che è più comunemente usata nel sud. Molti visitatori identificano i curry con il colore, di solito rosso (a causa dei peperoni rossi secchi) e verde (grazie ai peperoni verdi freschi). Il curry verde è un piatto classico della Thailandia centrale.

Una delle tante varianti di curry

Una delle tante varianti di curry

Cucina regionale

La migrazione economica è cresciuta così tanto negli ultimi vent’anni che molti piatti regionali sono stati adottati in tutto il paese.

Nel nord della Thailandia

Fedele alla mentalità dell’era di Lanna, la cucina del nord della Thailandia è più rilassata, i sapori sono dolci e segnati dalle influenze del Myanmar (Birmania) e della Cina. Grazie alle carovane cinesi in viaggio e ai cinesi insediati nel paese, la cucina del Nord utilizza carne di maiale in quasi tutti i piatti, in particolare in sa-oo a (salsicce), kapo mŏo (snack fritti) e mŏo Ъîng, questi spiedini spesso proposti in strada. L’influenza birmana ha diffuso l’uso di curcuma e zenzero (alcuni sostengono che i birmani del Nord siano stati influenzati dai cinesi) nella pasta di curry usata nell’hangar del gaang (ricco stufato di maiale).
I sapori del Nord favoriscono le note più acide. Piatti tipici a base di pasta – kôw di soia (pasta all’uovo con curry rosso denso al cocco) e kà · nŏm jin nám ngée · o (spaghetti di riso serviti con brodo di curry con maiale e pomodori ) – sono conditi con verdure in salamoia e serviti con scalogni e limoni.
La Tailandia del Nord condivide con la regione Isan l’amore per il kôw n oe · o (riso appiccicoso), servito in cestini di vimini arrotondati accanto a piatti classici come nám prík òrng (pasta di peperoncino a base di carne di maiale tritato e pomodori).

Mercato tailandese

Mercato tailandese

Nel sud della Thailandia

La cucina del sud della Thailandia attinge maggiormente alle tradizioni dei commercianti di lunga distanza, molti dei quali erano musulmani dall’India o dalla Malesia. La focaccia (roti) in stile indiano spesso rivaleggia con il riso e il curry, quando non viene cosparsa di zucchero e latte condensato zuccherato per dessert. Curcuma gialla kôw mòk gài (pollo biryani) e il tipico pollo fritto del sud.
I curry qui assumono tonalità sgargianti, grazie alle spezie essiccate e arrostite preparate in stile indiano e con un sacco di latte di cocco locale. Il cocco è ampiamente usato in cucina.
Pesce e frutti di mare freschi sono onnipresenti nella cucina meridionale. I calamari sono grigliati e serviti su spiedini, accompagnati da una salsa agrodolce. Pesce intero ripieno di citronella e limone e grigliato su un fuoco di buccia di cocco.

Bevande in Tailandia

Le birre tailandesi, come Singha (pronunciata “cantare”), sono bionde, spesso rinfrescate con cubetti di ghiaccio.
I succhi sono dissetanti e serviti con un pizzico di sale per aiutare a regolare la temperatura corporea.
Alle bancarelle vengono offerti tè e caffè ghiacciati.
Ai thailandesi piace bere un bicchiere di liquore di riso con cubetti di ghiaccio, acqua frizzante e un dito di Coca-Cola.

I migliori piatti di bancarelle in Thailandia

  • kow pàt – riso fritto.
  • g ·o · ay đĕe · o pāt kêe mow – spaghetti fritti con basilico, peperoni e carne (spesso pollo).
  • pāt gá · prow – Peperoni a fette, basilico e pollo o maiale saltati sul riso.
  • pāt pàk ká · náh – cavolo cinese saltato con mŏo gròrp (maiale fritto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *