mappa

La Norvegia offre molte possibilità di escursioni tra le più belle d’Europa. Per essere ben preparati, scopri la nostra mini guida escursionistica in Norvegia.

a piedi

La rete di sentieri norvegesi è tra le migliori in Europa. Quasi 20.000 km di sentieri segnalati attraversano il paese, da facili passeggiate nelle aree periurbane a lunghi percorsi attraverso parchi nazionali e aree selvagge.
La maggior parte dei sentieri sono mantenuti dalla Den Norske Turistforening (DNT) e punteggiati ogni 100 o 200 m di tumuli di pietre o segni contrassegnati da una T. rossa
La stagione escursionistica dura da fine maggio a inizio ottobre, tranne in alta quota e nell’estremo nord, dove è molto più breve. Nelle regioni montuose, la neve dura spesso fino a giugno e cade di nuovo a settembre. Molti circuiti sono quindi percorribili solo a luglio e agosto.

Eidfjord, Norvegia

Eidfjord, Norvegia

I 10 migliori percorsi escursionistici

La Norvegia ha innumerevoli possibilità di escursioni. Ecco i nostri 10 preferiti:

  • Aurlandsdalen Un’escursione storica di 4 giorni sulle orme delle antiche rotte commerciali tra Geiteryggen e Aurland.
  • Parco nazionale Dovrefjell-Sunndalsfjella Un parco con una straordinaria diversità di fauna selvatica, con il massiccio Knutshøene come un gioiello
  • Parco nazionale Saltfjellet-Svartisen Percorsi spettacolari dell’Artico, tra calotte polari e vaschette pelate.
  • Parco nazionale di Stabbursdalen Niente strade, ma sentieri attraverso i canyon glaciali e la pineta più settentrionale del mondo.
  • Parco nazionale di Rondane Meno affollato dei Jotunheimen ma ugualmente grandioso.
  • Parco nazionale di Femundsmarka Tra laghi e foreste, l’habitat del muskoxen, vicino al confine svedese e Røros.
  • Parco nazionale di Jotunheimen Prima destinazione escursionistica in Norvegia, con molti percorsi e cime incomparabili.
  • Altopiano dell’Hardangervidda Questo splendido altopiano, territorio di renne, è attraversato da innumerevoli sentieri.
  • Trollstigen La spettacolare catena Trollstigen consente escursioni straordinarie.
  • Trollheimen Montagne e laghi d’altitudine per escursioni indimenticabili.

Aurlandsdalen, Norvegia

Aurlandsdalen, Norvegia

documentazione

Den Norske Turistforening (DNT, Norwegian Alpine Club, 22 82 28 22, www.dnt.no, Storgata 7, Oslo) e le sue varie filiali mantengono una rete di oltre 460 rifugi e chalet di montagna con accesso gratuito o con personale
Chi leggerà l’inglese sarà in grado di ottenere molti libri, i più interessanti dei quali sono:

  • Erling Welle-Strand, escursioni in montagna in Norvegia (1993)
  • Constance Roos, Walking in Norway (2003) 
  • Anthony Dyer et al. Walks and Scrambles in Norvegia (2006)
  • DNT, Montagne norvegesi a piedi, edito dal DNT e tradotto dal classico norvegese Til Fots i Fjellet.

Trekking sul ghiacciaio

il passeggiata sul ghiacciaio è uno degli hobby più indimenticabili della Norvegia, ma è meglio farlo con una guida locale esperta. Ecco alcuni dei nostri posti preferiti per praticare:

  • Ghiacciaio Hardangerjøkulen sull’Hardangervidda Secondo alcuni, uno dei più spettacolari in Norvegia per le escursioni.
  • Nigardsbreen Da tutte le braccia del Jostedalsbreen, è il ghiacciaio più facile da raggiungere.
  • Parco nazionale Saltfjellet-Svartisen Una delle lingue di ghiaccio più basse d’Europa (e quindi la più accessibile), ai margini del circolo polare artico.
  • Parco Nazionale Folgefonna Uno dei più grandi campi di ghiaccio del paese, con diversi percorsi sui ghiacciai.
  • Svalbard Con il 60% della sua superficie coperta da ghiacciai, le Svalbard offrono molte possibilità, soprattutto nei pressi di Longyearbyen.

Ghiacciaio Hardangerjøkulen, Norvegia

Ghiacciaio Hardangerjøkulen, Norvegia

Attrezzatura da escursionismo per provvedere alla Norvegia

Era

  • Scarpe da passeggio robuste; se vai alle Svalbard, assicurati di avere scarpe da corsa in gomma (al ginocchio).
  • Un buon sacco a pelo – anche in estate, il tempo può cambiare rapidamente
  • Vestiti caldi, tra cui giacca, maglione, giacca a vento o giacca a vento (compresa l’estate)
  • Un lenzuolo o “sacchetto di carne”: la maggior parte dei rifugi paga a pagamento per la biancheria da letto
  • Una tenda leggera ma resistente
  • Repellente per le zanzare
  • Una piccola stufa
  • Una maschera per dormire, per le notti estive senza oscurità
  • Una tessera Den Norske Turistforening (DNT)
  • Buone mappe topografiche

inverno

  • Stivali caldi (se possibile con fodera in lana spessa) per indossare due paia di calze
  • Almeno un set di biancheria intima lunga (appiccicosa e attillata, non di cotone ma piuttosto di tipo “tecnico”, ad esempio polipropilene)
  • Molte paia di calzini sintetici leggeri (polipropilene) e lana spessa (senza cotone)
  • Camicie in flanella o polipropilene
  • Pantaloni da passeggio realizzati in tessuto impermeabile traspirante e antivento (Gore-Tex, ad esempio)
  • Un maglione in pile
  • Una giacca con cappuccio impermeabile e antivento, abbastanza grande da sovrapporre più strati di abbigliamento
  • Un cappuccio in lana, pelliccia o pile per proteggere il viso e un cappello antivento per la testa e le orecchie
  • Una lunga sciarpa di lana
  • Un paio di guanti di lana e un’altra giacca a vento e un impermeabile
  • Un tappetino gonfiabile
  • Un piumino in piuma o sintetico adatto alle temperature polari se stai pianificando di andare in campeggio
  • Un coltellino svizzero
  • Una torcia o una lampada frontale e batterie di ricambio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *