mappa

Informazioni che ritieni siano utili a scoprire la vera San Francisco e trascorrere una vacanza autentica. Non sorprende che una città così attiva e libera sia anche il melting pot dell’avanguardia artistica e di tendenza: i graffiti sono elevati al livello dell’arte nei vicoli di Mission e nei bar gli ecologisti sbocciano nelle notti della California.

Il rivoluzionario Castro

  • Siti gay storici
  • Organizzazioni LGBT

Lo storico quartiere gay di San Francisco, Castro era al centro della lotta per il riconoscimento dei diritti civili e la libertà di espressione degli omosessuali e il trattamento dell’HIV. Il primo museo di storia LGBT in America racconta questa epopea.

Sunny walk in Mission

  • Alti luoghi di relax
  • Strade coperte di murales

Grazie al microclima di San Francisco, quando la nebbia invade il Golden Gate Park, è sempre bello in Mission. Dimentica l’aria pesante della costa e unisciti agli appassionati di relax e abbronzatura. Mangia un gelato biologico sulle pendici panoramiche del Parco Dolores, osserva gli affreschi e le piantagioni nei vicoli e osserva la gente che passa a Valencia St bevendo un aperitivo.

Negozi, sushi e spettacoli a Japantown

  • Design futuristico
  • divertimento

Nonostante i capricci della storia dal 1860, questo piccolo quartiere ha mantenuto intatto il suo stile e il suo talento per la reinvenzione: qui mescolano felicemente bagni tradizionali giapponesi, sushi, bossa nova giapponese o scarpe psichedeliche ispirate a quelle dei ninja.

Vita notturna a SoMa

  • Discoteche nei magazzini
  • Club LGBT

SoMa è la destinazione dei club di San Francisco dagli anni 1970. Con alcune innovazioni: i bagni pubblici sono scomparsi, la luce a LED sta spazzando la pista da ballo e i trapezi oscillano sopra il bar … ma i tubi retrò attirano ancora la folla e i gay della domenica sono in pieno svolgimento.

Russian Hill e i segreti di Nob Hill

  • Passeggiate sulle scale
  • Punti di ispirazione

In cima a Russian Hill, trova le fonti di ispirazione di San Franciscan: i giardini poetici, le enigmatiche scale nascoste e la corsia dove Jack Kerouac ha trovato la sua strada e ha scritto sulla strada in 20 giorni. Su Nob Hill vengono svelati i segreti di stato e i misteri dell’universo – anche se i monsoni interni della Sala Tonga hanno senso solo per i bevitori di Scorpion Bowl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *