mappa

Se desideri una vacanza un po ‘retrò e poco costosa nel cuore dei paesi in cui c’è qualcosa per tutti i gusti, vola nell’ex Jugoslavia. Spiagge, foreste, montagne, laghi, terme, cultura e l’atmosfera dei Balcani ti aspettano da Belgrado, Lubiana, attraverso il festival della tromba Guca in Serbia, Sarajevo, Mostar, Dubrovnik e la costa adriatica. Scoprirai da un paese all’altro i numerosi ciondoli dell’antica nazione di Tito.

Il fascino di Belgrado

Sebbene la capitale della Serbia non sia in cima alla lista delle città più ambite, ha qualcosa da sedurre. Lungo il Danubio è particolarmente attraente con i suoi bar e ristoranti sulle case galleggianti nel cuore del quartiere autentico e popolare di Zemun.
Più artistocratico, in stile austro-ungarico, la principale via dello shopping Knez Mihailova vi porta da un capo all’altro del centro della città. Passa accanto alla fortezza di Kalemgdan, storica culla della città.
Belgrado ha anche guadagnato una buona reputazione per la vita notturna! Tra club tradizionali e bar alternativi, c’è la scelta. E per coloro che hanno paura delle distanze per tornare in hotel, state tranquilli: possiamo camminare da un’estremità all’altra del centro città senza preoccupazioni.
Per i nostalgici della Jugoslavia è necessaria una destinazione: il Kuca Cveva, il mausoleo del maresciallo Tito, nel distretto di Dedinje, vicino allo stadio del Partizan.

Le trombe di Guca nella Serbia centrale

Lascia le rive del bellissimo Danubio – non proprio blu – per il sud e le belle e collinari strade di campagna della Serbia centrale. Destinazione Guca e il suo festival della tromba che si tiene a metà agosto di ogni anno in questo piccolo comune della Serbia centrale.
Le fanfare di tutto il paese si sfidano in un’atmosfera di carnevale d’altri tempi: le giostre degli anni ’60 si susseguono con attrazioni folli. Menzione speciale a Muro della morte dove i ciclisti girano in tondo sfidando la forza centrifuga fino all’ultimo minuto.
A Guca, siamo trasportati bene e veramente in un’altra epoca: beviamo, mangiamo molte salsicce e carne alla griglia, balliamo e facciamo festa come in un film di Kusturica (drammi in meno)!

0405_e_blanchet_stout_time044.jpg

Guca Trumpet Festival, Serbia centrale
Elisabeth Blanchet

0405_e_blanchet_stout_time045.jpg

Guca Trumpet Festival, Serbia centrale
Elisabeth Blanchet

serbiahol020277.jpg

Guca Trumpet Festival, Serbia centrale
Elisabeth Blanchet

img_2809-2.jpg

Guca Trumpet Festival, Serbia centrale
Elisabeth Blanchet

L’etno-villaggio di Kusturica

A proposito del famoso regista serbo … non esitate a visitare il suo etno-villaggio mentre il legno a Dvrengrad, a ovest di Guca. Costruito per il suo film La vita è un miracoloDvrengrad, che Kusturica ha ribattezzato Kustendorf (il villaggio di Kusturica), è un centro culturale per celebrare la diversità culturale di fronte alla globalizzazione. Kusturica ha creato una scuola di cinema e un festival che si tiene ogni anno a gennaio e ha già visto celebrità come Johnny Depp nel 2010.
E dal momento che sei in un ambiente di star di Hollywood, perché non coccolarti in una spa? Con oltre 300 sorgenti termali, la Serbia è piena e la troverai ovunque. Nei dintorni di Dvrengrad, prova Ovcar Spa a Kablar.

Sarajevo e le tracce della guerra

Continua verso ovest, in un paesaggio montuoso, alla scoperta di Sarajevo, la capitale della Bosnia ed Erzegovina. Contrassegnato dalla guerra e dall’assedio che ha subito tra il 1992 e il 1996, Sarajevo porta ancora molte tracce del conflitto: non sfuggirete ai cimiteri che dominano la città.
Per immergerti in questi anni bui, visita il tunnel di Sarajevo, una vera arteria di sopravvivenza della città durante la guerra. Scopri anche Markale Market, il più grande mercato della capitale, dove morirono 68 bosniaci nel 1994.
Per allontanarti da queste atmosfere pesanti, visita il bellissimo parco di Vrelo Bosne. Le carrozze ti aspettano per una vera passeggiata nel tempo. Infine, poiché la vita ha preso il sopravvento per molto tempo, trambusto al Café Tito di Sarajevo, un omaggio agli anni “glamour” del regno del maresciallo (vediamo le foto di Liz Taylor, Richard Burton, Sophia Loren in viaggio in Jugoslavia con Tito!).

sarajevo18.jpg

Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina
Elisabeth Blanchet

sarajevo07.jpg

Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina
Elisabeth Blanchet

sarajevo10.jpg

Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina
Elisabeth Blanchet

Mostar, città martirizzata

È tempo di uscire dalle montagne per vedere il mare, è necessaria una sosta a Mostar, un’altra città martoriata della guerra tra Bosnia, Serbia e Croazia. Il bombardamento del ponte di Mostar nel XVI secolo da parte delle forze croate nel 1993 sconvolse l’umanità. Da allora, è stato ricostruito secondo il vecchio modello e restituisce al centro della città tutto il suo splendore.
Passeggia lungo il fiume e osserva i giovani (e non così giovani) che si tuffano dal ponte nel fiume Neretva, 25 metri più in basso. Questa è un’abitudine locale che cambia ogni anno, l’ultimo fine settimana di luglio, nel World Diving Championship!

Dubrovnik, perla dell’Adriatico

Dopo l’acqua dolce del fiume Neretva, è nell’Adriatico che puoi immergerti a Dubrovnik in Croazia. Soprannominata “perla dell’Adriatico”, questa città medievale arroccata sulle rocce e il mare merita il suo nome. Classificato come patrimonio mondiale dell’UNESCO, ogni angolo è bellissimo: stradine e piazze punteggiate da chiese, palazzi, monasteri e fontane. Attenzione al mondo comunque: è uno dei luoghi turistici della regione. Ma state tranquilli, salendo la costa adriatica ad ovest, troverete una pletora di calette e affascinanti villaggi meno turistici dove chiedete e godetevi il mare. Se avete tempo, fate un salto su una delle tante isole che lungo la costa, in particolare l’arcipelago di Brioni, che Tito ha particolarmente apprezzato.

fotolia_111198045_subscription_monthly_m.jpg

Dubrovnik, Croazia
WitR – Fotolia.com

La magica città di Lubjana

Una volta raggiunta la tua dose di mare e sole, vai in Slovenia e scopri la tranquillità del suo lago e dei suoi paesaggi montani. Fai una sosta a Lubjana, la capitale, e lasciati trasportare dal suo fascino magico. Arroccato su una collina e circondato da un centro storico con affascinanti stradine, il castello sembra uscito da una fiaba. Un luogo ideale per finire la storia della tua vacanza jugoslava!

fotolia_94663222_subscription_monthly_m.jpg

Castello di Lubiana, Slovenia
Branko Srot – Fotolia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *