mappa

Dimentica le famose isole e le spiagge troppo frequentate … Ti portiamo oggi in un angolo incontaminato della Grecia, intorno a Costa Navarino, in Messinia. Annidata nel sud-ovest del Peloponneso, questa regione è stata a lungo lontana dallo sviluppo turistico. Grazie all’aeroporto di Kalamata e alla nuova autostrada che collega il Peloponneso ad Atene, i suoi tesori sono ora più accessibili. Le splendide spiagge, i villaggi autentici, i siti iscritti nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO e le aree naturali elencate sono alcuni dei suoi beni principali.

Una delle spiagge più belle della Grecia!

Ricorda il suo nome: Voidokilia. La sua maniglia da curvatura da sogno forma un omega quasi perfetto. Da un lato, le acque blu del Mediterraneo. Dall’altro lato, semplicemente separato da dune di sabbia, si trova la Laguna di Gialova, un’enclave naturale che ospita centinaia di specie di uccelli (vedi sotto). Ad ogni estremità, due promontori rocciosi, uno dei quali è incoronato regalmente dai resti di una fortezza … La magia del luogo merita di essere considerata come una delle spiagge più belle della Grecia (tra le prime 3 dalla Grecia e nella top 50 del mondo, secondo il Times Magazine).

voidokilia.jpg

La spiaggia di Voidokilia è considerata una delle spiagge più belle della Grecia e del mondo.
La spiaggia di Voidokilia è considerata una delle spiagge più belle della Grecia e del mondo. © Elodie Rothan

Natura e fauna incredibilmente diverse

Classificata come zona Natura 2000, la laguna di Gialova è un sito ad alta migrazione per centinaia di specie di uccelli. Le rose Ibis, le garzette, i fenicotteri, i cormorani, gli aironi o le aquile reali sono tra le 270 specie registrate. È anche l’unico rifugio del camaleonte africano, specie altamente minacciata, la cui particolarità è quella di cambiare il colore della pelle in base al suo umore. Non lontano da qui, lungo la spiaggia di Romanos, nella baia di Navarino, le tartarughe marine Careta Careta ritornano ogni anno per sdraiarsi su chilometri di sabbia fine.

gialova.jpg

La laguna di Gialova è da scoprire assolutamente se vuoi goderti l'incredibile fauna e flora presenti in questa parte della Grecia.
La laguna di Gialova è da scoprire assolutamente se vuoi goderti l’incredibile fauna e flora presenti in questa parte della Grecia. © Elodie Rothan

Una deliziosa gastronomia locale

È impossibile stancarsi della cucina greca, poiché la freschezza dei prodotti, la generosità degli aromi e l’ospitalità degli abitanti lo rendono meraviglioso. Nel piacevole porto di Pylos, partecipiamo a un corso di cucina tradizionale in compagnia di matriarchi locali: tzatziki, hylopites (pasta fatta in casa), kagianas messicani (uova e pomodori in stile greco), tourlou al forno (sorta di ratatouille), lalaggides petimezi (ciambelle dolci) … Uno dei posti migliori della regione per gustare questa cucina autentica si trova più a nord, nel villaggio di Kefalovrysi: il ristorante “En Ripesi”, una tappa memorabile garantita!

beignets.jpg

Le lalaggides petimezi sono tra le specialità del porto di Pylos, da assaggiare assolutamente.
Le lalaggides petimezi sono tra le specialità del porto di Pylos, da assaggiare assolutamente. © Elodie Rothan

Un “liquido degli dei”: olio d’oliva

Ovunque sia l’occhio, le colline si aprono a perdita d’occhio e possono vedere le linee di centinaia di ulivi. Con il 30% della produzione nazionale, la Messinia è la prima regione olivicola greca, la cui varietà principale è l’oliva Koroneiki. Il suo olio extra vergine è considerato dagli intenditori come uno dei migliori al mondo. Oltre alla contemplazione di ulivi secolari, si inizia alla degustazione del “liquido degli dei” in compagnia di esperti locali … A meno che non venga ad ottobre / novembre per partecipare alla raccolta!

Successione di cascate lungo il fiume Neda

Nel nord della regione, il fiume Neda scorre per 32 chilometri tra spettacolari gole e si dirige verso il Mar Ionio. Secondo la mitologia greca, la ninfa Neda era, con le sue sorelle Hagno e Theisoa, l’infermiera di Zeus. Il pittoresco accesso alla valle consente di seguire il letto del fiume e scoprire una successione di magiche cascate con acque turchesi.

Neda-cascade.jpg

A nord della Messinia, scopri il fiume Neda e le sue cascate. Prende il nome da una famosa ninfa che sarebbe stata l'infermiera di Zeus!
A nord della Messinia, scopri il fiume Neda e le sue cascate. Prende il nome da una famosa ninfa che sarebbe stata l’infermiera di Zeus! © Elodie Rothan

4500 anni di storia

Come in tutta la Grecia, la terra contiene infinite tracce del passato. Il cuore della regione è Messene, una delle città greche antiche più grandi e meglio conservate. I suoi 9 chilometri di fortificazioni ospitano ancora i resti di un teatro, un’acropoli e antiche porte. Un altro sito importante è il Nestor Palace, risalente al XIII secolo a.C. e attaccato alla figura omerica del saggio re Nestor. Questo monumento miceneo ha rivelato centinaia di tavolette scritte in B. lineare. La storia medievale non è da meno, intorno alla baia di Navarino, al castello di Koroni, con l’architettura veneziana e quella di Methoni, costruito tra il XIII e il XV secolo.

Avviso agli amanti del golf!

Nel 2017, la International Association of Golf Tour Operators (IAGTO) ha chiamato Navarino Dunes – che comprende due campi a 18 buche, The Dunes Course e The Bay Course – la migliore destinazione golfistica europea. Questi corsi si inseriscono in un complesso turistico composto da due hotel (The Romanos e The Westin Resort) e un centro benessere. Iniziato da un locale, il Capitano Vassilis Constantakopoulos, questo enorme progetto è guidato dal rispetto per l’ambiente e dal beneficio della comunità locale. Una base ideale per fare le valigie e viaggiare in Messinia!

Golf-Navarino-dunes.jpg

E c'è qualcosa per tutti in questa parte della Grecia, anche per gli amanti del golf!
E c’è qualcosa per tutti in questa parte della Grecia, anche per gli amanti del golf! © Elodie Rothan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *