mappa

I giapponesi sono individui caldi e accoglienti la cui cultura unica può essere sia istruttiva che frustrante a causa della sua complessità e contraddizioni. Spesso ci vogliono molti anni per comprendere appieno la lingua giapponese e lo stato mentale. Alcuni sostengono addirittura che una persona non giapponese non riesce mai a integrarsi completamente in questa società omogenea.

Questo non ti impedirà di provare il senso dell’ospitalità, la preoccupazione per il prossimo e il profondo rispetto che sono al centro del modo di essere giapponese. Ma ricorda: meglio sei preparato per uno scambio culturale, più godrai il tuo soggiorno in questo eccitante paese.

Leggendo attentamente le osservazioni che seguono e diventando consapevole delle grandi differenze socioculturali che esistono tra il Giappone e il tuo paese d’origine, arricchirai la tua esperienza ed eviterai momenti di reciproca incomprensione.

Da fare

Preparati a essere sorpreso.

Il Giappone è un mix di elementi molto diversi: megalopoli affollate e frenetiche convivono con paesaggi montani, campagna serena, antichi templi e storia, cultura e tradizioni affascinanti. Visitalo come residente.

Togliti sempre le scarpe …

… quando si entra in una casa, locanda, ristorante o ufficio. In generale, se l’edificio ha un genkan (vestibolo sotto il resto dell’edificio), dovrai rimuovere le scarpe e indossare le pantofole prima di entrare nella stanza principale. Tutto questo ti sembrerà più chiaro quando vedrai le scarpe perfettamente allineate vicino alla porta o quando il tuo ospite ti indicherà espressamente un paio di pantofole di plastica piatte, vecchio stile.

Inchinarsi educatamenteper salutare, ciao o grazie

L’arte di ojigi (saluti) è una tradizione complessa che è difficile da comprendere per i non giapponesi. Come regola generale, gli uomini dovrebbero mettere le mani sui fianchi e inclinare lentamente la parte superiore del corpo in avanti, senza superare un angolo di 45 gradi. La schiena deve rimanere perfettamente dritta.

Da parte loro, le donne devono inchinarsi con le mani incrociate davanti a loro, a livello del bacino. È sufficiente un saluto. Per i giapponesi, il grado di inclinazione, la durata e il numero di saluti costituiscono un’equazione complessa che varia a seconda della persona che stiamo affrontando. Per quanto riguarda un visitatore, qualsiasi tentativo, non importa quanto modesto, sarà apprezzato.

Porta piccoli regalidal suo paese

Lo scambio di regali è un’altra usanza giapponese abbastanza complessa. Offrire un regalo inappropriato a volte – o non offrirlo affatto – può causare imbarazzo. Come visitatore, il semplice atto di condividere un aspetto della tua cultura delizierà i tuoi ospiti. È anche un ottimo modo per rompere il ghiaccio e aggirare la barriera linguistica. Pianifica portachiavi della Torre Eiffel, magneti di Mona Lisa o mini bandiere: qualsiasi oggetto del tuo paese non commercializzato in Giappone sarà un successo. Evita regali costosi o stravaganti: i gesti semplici spesso hanno un peso maggiore.

Mostra gratitudine e umiltàdi fronte a un segno di gentilezza o generosità.

Incontrerai inevitabilmente qualcuno da qualche parte che vuole offrirti un pasto o un drink con te. Anche se hai la pancia piena, cerca di onorare l’invito! In Giappone, è consuetudine imitare i propri ospiti in termini di consumo di alcol, e questo è particolarmente vero per gli uomini. Dì “Kanpai!“(Salute!) Prima di bere un sorso di birra o di sake e non riempirti mai il bicchiere da solo.

Moltiplica le visite al tempio

Ce ne sono molti e ognuno ha la sua storia. Anche se non ti senti toccato dalla religione o dalla spiritualità, sii aperto di mente per scoprire un modo diverso di vedere la vita, che la maggior parte dei giapponesi non mette nemmeno in discussione. Impara a distinguere un tempio buddista (o-tera) di un santuario shintoista (Jinja).

In genere, se il nome del complesso termina con “-dera”, “-tera“, O”-ji“Questo è un tempio buddista. I santuari shintoisti hanno spesso il suffisso “-jingu“. Prima di tutto, purificati lavandoti le mani con i mestoli situati vicino alle fonti di acqua corrente che decorano tutti gli edifici religiosi.

Nei templi come nei santuari, di solito c’è una scatola di legno davanti all’altare; puoi donare lanciando una moneta. Solo nei santuari, l’altare viene avvicinato secondo un preciso rito: è necessario piegarsi due volte, battere le mani due volte prima di se stessi, inchinarsi una terza volta e poi pregare in silenzio. Se c’è un gong, puoi colpirlo una o due volte per attirare l’attenzione del dio.

Impara qualche parola e prova ad usarli

Gli abitanti ti saranno molto grati:

  • / hai / はい
  • non / IIe / いいえ
  • Per piecere / o negai-shimasu / お願いします
  • grazie / arigatō gozaimasu / ありがとうございます
  • mi scusi / sumimasen / すみません
  • Mi dispiace (letteralmente: sono maleducato) / shitsurei-shimasu / 失礼します
  • Non scommetto giapponese / nihongo ga hanasemasen / 日本語が話せません
  • Non capisco / wakarimasen / 分かりません
  • Ripeti (per favore) / mō ichi-do (kudasai) / もう一度下さい
  • meraviglioso / Subarashii / 素晴らしい
  • Che punto di vista! / keshiki ga ii no! / 景色がいいね
  • E ‘stato davvero delizioso / totemo oishi-katta desu / とても美味しかったです
  • Dove sono … (i servizi igienici)? / (tetto) wa doko desu ka ? / (トイレ)はどこですか?
  • Ci vediamo la prossima volta / Mata no / またね
  • Arrivederci / sayonara / さようなら

Non fare …

Offenditi a comportamenti apparentemente distanti

Anche se molti giapponesi, desiderosi di praticare il loro inglese, avvieranno la conversazione con entusiasmo, mostreranno grande gentilezza e faranno di tutto per farti piacere, alcuni avranno un comportamento diverso. Non prenderlo per maleducazione o intolleranza: spesso i giapponesi sono imbarazzati dal loro livello di inglese, che considerano insufficiente. Se sei bloccato e hai bisogno di aiuto, persevera: in genere, una buona anima sarà all’angolo della strada, pronta a trasformare radicalmente la tua giornata.

Indossa le pantofole in una stanza coperta di tatami

Rimuovili prima di camminare sul tatami e conservali con cura all’ingresso.

Soffia il naso in pubblico

In Giappone, è considerato più educato (e più igienico) da annusare. Il meglio è ancora indossare una maschera chirurgica, venduta quasi ovunque.

Sii rumoroso e scortese in pubblico, anche dopo una serata da ubriachi

I giapponesi sono intrinsecamente rispettosi e se sanno come divertirsi bevendo e divertendosi, non amano causare disagio agli altri. La stessa logica si applica al volume delle conversazioni, incluso il telefono, il treno o la metropolitana.

Forare il cibo con le bacchette oppure piantali verticalmente in una ciotola di riso

Ecco come le offerte vengono presentate ai morti. Queste due azioni sono considerate scioccanti.

Abbi paura di essere rumoroso mangiare tagliatelle

È quasi impossibile godersi una ciotola di ramen in silenzio. Fare rumore dimostrerà al cuoco che ti piace il cibo.

Mangiare o bere mentre si cammina o durante il trasporto

Nessuno sa davvero perché, ma i giapponesi semplicemente non lo sanno. A Roma, fai come i romani …

 

Originario di Newcastle, in Australia, Benedict Walker ora vive in Canada. Parla fluentemente giapponese e ritorna in Giappone il più spesso possibile. Quando non scrive per Lonely Planet o non fa foto in tutto il mondo, lotta con il suo primo romanzo.

Photo: Una deliziosa ciotola di sashimi a Kyoto. Lottie Davies / Lonely Planet Traveler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *