mappa

La sorellina di Lisbona è lungi dall’essere rimasta all’ombra della capitale! Centro medievale preservato, architettura d’avanguardia e vivace vita notturna sono in programma il vostro soggiorno sulle rive del Rio Douro, fiume con la maestosa lentezza che conferisce a Porto un’atmosfera dolce e speciale. Ecco i tour che ti consigliamo di non perdere durante il tuo viaggio.

1. Il Palácio da Bolsa

Imponente edificio neoclassico, costruito tra il 1842 e il 1910, il Palácio da Bolsa (Palazzo della Borsa) mostra per il suo splendore il potere dei mercanti di Porto. Oggi è la sede di la Camera di commercio e industria. Stanze, murali e mosaici riccamente decorati costituiscono un ambiente prestigioso per le visite di capi di stato stranieri.
>>> Visita guidata (30 minuti, partenza ogni 30 minuti), 9 euro / 5,50 euro. Puoi cogliere l’occasione per visitare Igreja de Sao Francisco, il suo vicino.

shutterstockrf_235188172.jpg

Da non perdere la visita al Palazzo della Borsa nel distretto di Ribeira.
Da non perdere la visita al Palazzo della Borsa nel distretto di Ribeira. © saiko3p – Shutterstock

2. Il Ponte de Dom Luís I

Completato nel 1886, questo ponte è opera di Théophile Seyrig, un architetto tedesco e discepolo di Gustave Eiffel. Il suo grembiule superiore è ora riservato ai pedoni e alla metropolitana. Le auto usano il ponte inferiore, con stretti passaggi pedonali in parallelo. La vista sul fiume e sul centro storico è magnifica ! La sua costruzione fu un evento a quel tempo perché, fino ad allora, i pedoni dovevano attraversare il fiume su un ponte fatto di vecchie barche per Porto, nascosto l’uno all’altro. E poiché nessuna diga esisteva a monte, la corrente era allora molto più violenta di oggi! Il ponte della fortuna cedette nel 1809, durante l’invasione napoleonica, facendo precipitare i passanti nelle acque del fiume …

3. Sé, la cattedrale

Arroccata sulla collina che domina Porto, questa cattedrale fortezza si affaccia su un labirinto di stradine e scale medievali (che offrono molte sorprese), ricordando i grandi tempi della città. Fu lì che re Giovanni I si sposò e suo figlio Enrico il Navigatore fu battezzato. Ti consigliamo di andare (o tornare indietro) alla fine della giornata per fare bellissime foto della città vecchia e del fiume! Non perdere neanche una visita al suo chiostro, situato sul fianco destro.

>>> Ingresso gratuito (chiostro 3/2 euro).

4. Deportazione di Porto

Per i dilettanti, la degustazione dell’omonimo drink è inevitabile. Non c’è bisogno di fingere di conoscere davvero la città se non hai imparato a distinguere il dolce gusto nocciolato di un fulvo e la sottile complessità di un vintage. Dall’arrivo dei mercanti inglesi nel 17 ° secolo, le splendide cantine che si trovano sulle pendici di Vila Nova de Gaia sono il centro nevralgico della produzione di Vinho do Porto. Puoi assaggiarlo e acquistarlo nelle numerose enoteche e cantine della città. O anche visitare le cantine ormai famose come Taylor’s, Cálem o Graham’s.

shutterstockrf_244150069.jpg

Visita le cantine e il porto di degustazione ti aspettano nell'omonima città, come qui a Taylor, una delle case più famose.
Visita le cantine e il porto di degustazione ti aspettano nella città omonima, come qui a Taylor’s, una delle case più famose. © Marcin Krzyzak – Shutterstock

5. Lato artistico di Porto

Se i muri non hanno orecchie, quelli di Porto, invece, ci parlano. O meglio, attraverso di loro, è la fiorente tribù di artisti di strada che si esprimono in opere audaci. Facciate in decomposizione, vetrine abbandonate e stucchi abbandonati tornano in vita una grazia artistica eminentemente urbana. Queste meraviglie infondono una poesia originale che trascende le convenzioni e ferma il passante!
È impossibile trascurare il centro di Travessa de Cedofeita e le Escadas do Codeçal, nonché il parcheggio Trindade e i suoi giganteschi affreschi. Un altro punto notevole è Leça do Balio, 10 km a nord di Porto, dove Rua Lionesa un’opera gigantesca dove si intrecciano gli affreschi di 10 artisti famosi.

6. Porto e i suoi azulejos

Queste piastrelle dipinte in blu e bianco si trovano su ogni angolo di strada e fanno la felicità dei mocassini a Porto. Vecchi o nuovi, utilitari o decorativi, sobri o esuberanti, gli azulejos danzano sulle facciate degli edifici, sulle pareti dei bar, nelle gallerie della metropolitana o sugli opulenti interni delle chiese.
Quattro luoghi che ti consigliamo di visitare per ammirarli:

  • la Igreja da Misericórdia, firmata Nicolau Nasoni
  • la Capela das Almas, una chiesa straordinaria le cui piastrelle bianche e blu illustrano la vita dei santi
  • l’Igreja do Carmo, la cui facciata ospita un fregio di azulejos che rappresentano la formazione dell’ordine carmelitano
  • l’Igreja do Corpo Santo di Massarelos, i cui azulejos sulla facciata evocano l’epoca gloriosa delle scoperte

adobestock_88999288.jpeg

Impossibile attraversare Porto senza ammirare alcune tessere!
Impossibile attraversare Porto senza ammirare alcune tessere! © Carson Liu – Adobe Stock

7. Stazione Sao Bento

Inoltre delizierà gli amanti degli azulejos! Ricordando l’età d’oro della ferrovia, questa superba stazione ferroviaria rivela tetti rotti e un’imponente facciata, completata nel 1903. Sao Bento sembra uscito da Parigi nel diciannovesimo secolo, ma la sua risorsa migliore è il buon portoghese Nella sala, circa 20.000 piastrelle compongono magnifici affreschi, creati da Jorge Colaço nel 1930, che ripercorrono la storia dei trasporti e importanti episodi storici.

8. Il violoncello di Livraria

Fai un tour di questa stravagante boutique del 1906, per ammirare il suo stucco che imita il legno, la sua vetrata, i suoi ricchi decori neogotici e la magnifica scalinata. Ma se lo seifan della saga di Harry Potter, probabilmente sai già che la libreria ha ispirato molto JK Rowling, “madre” del piccolo mago, che ha vissuto a Porto per alcuni anni prima di scrivere il suo bestseller. Risultato: l’affluenza è tale che l’ingresso è ora a pagamento (2 euro), ma è possibile detrarre dai tuoi acquisti …!
Puoi divertirti per salire la Torre dos Clérigos e i suoi 225 gradini, situato accanto! Attenzione alle scale sono ripide e molto strette ma è il prezzo da pagare (oltre all’ingresso di 5 euro che dà anche accesso al museo) per avere una vista panoramica di tutto Porto!

lpt0315-010.jpg

Il Lello Bookstore dovrebbe ispirare gli amanti dei libri, e più precisamente i lettori della saga di Harry Potter ...
La libreria Lello dovrebbe ispirare gli amanti dei libri, e più precisamente i lettori della saga di Harry Potter …

9. Il Jardim do Palácio de Cristal

Con vista sulla città (consigliamo il tramonto sul Douro), questi splendidi giardini botanici sono un’oasi di calma e di verde: sentieri ombrosi corrono lungo i prati con fontane e sculture mentre nell’aria frusciano le foglie di magnolia, amelie, cipressi e ulivi. È un mosaico di giardini che si svelano lungo la passeggiata, proprio come i panorami sulla città. Questo splendido spazio progettato dall’architetto paesaggista tedesco Emile David fa appello agli amanti, nonché alle famiglie, ai jogger e ai fotografi amatoriali.
Ingresso gratuito C’è anche il Museu Romantico la cui visita è gratuita nei fine settimana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *